Cultura

I cinque grandi solisti italiani stasera insieme a Tagliacozzo Festival

Tagliacozzo – Un concerto memorabile quello in programma stasera, lunedì 6 Agosto, alle 21.15, nella suggestiva location del Chiostro di San Francesco a Tagliacozzo.Jacopo Sipari, direttore artistico del Festival, mette insieme 5 tra i migliori solisti italiani, prime parti di alcuni degli Enti Lirici più prestigiosi d’Europa per un concerto senza precedenti. La cosa eccezionale è che quattro di loro sono Fratelli. Cinque Anime per Quattro Fratelli. Carlo Maria Parazzoli e Antonio Bossone dopo l’inaugurazione sinfonica dello scorso anno tornano accompagnati dai rispettivi fratelli insieme a Enzo Oliva per regalare a Tagliacozzo un programma di grande difficoltà e bellezza per una serata che resterà unica nella storia del Festival. Imperdibile.

“Per la prima volta a Tagliacozzo” dice Sipari “siamo riusciti ad unire cinque solisti di straordinario livello artistico e professionale, musicisti dall’incredibile talento che hanno tutti costruito una carriera incredibile come prime parti di alcune delle Orchestre più importanti d’Europa. Un Concerto che resterà memorabile non solo per il Festival di Tagliacozzo ma per l’Abruzzo intero. Intendo ringraziare per questo i colleghi Alessandro Zerella e Silvano Fusco per aver creduto in questo incredibile progetto”.

Un programma di grande difficoltà affidato a musicisti di fama internazionale come Carlo Maria PARAZZOLI, dal 1999 primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che in carriera si è esibito con i più celebri direttori e nelle migliori sale del mondo, suonando musica da camera con Lang Lang, Martha Argerich e con il mitico direttore e pianista Wolfgang Sawallisch,

Antonio BOSSONE, prima viola del Teatro di San Carlo di Napoli, già prima viola dell’Orchestra Regionale del Lazio, del Teatro “Bellini” di Catania, dell’Orchestra Nazionale della Rai di Torino, Francesco Maria PARAZZOLI, da vent’anni il ruolo di Primo Violoncello dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e per alcuni anni è violoncellista del leggendario trio Matisse, Francesco BOSSONE, dal 1985 è primo fagotto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e il pianista Enzo OLIVA.

Il Concerto è il risultato della collaborazione creata da Sipari tra il Festival di Tagliacozzo e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, una collaborazione che ha portato a Tagliacozzo solisti di assoluto prestigio che accompagneranno tutto il programma 2018.

Carlo Maria PARAZZOLI, dal 1999 primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con la quale ha suonato nelle piu’ prestigiose sale e con i più grandi direttori mondiali, è stato primo violino solista dell’Orchestra Stradivari fondata e diretta dal M° Daniele Gatti, e primo violino del Quartetto “G. Chigi”, gruppo ufficiale dell’Accademia Chigiana di Siena. Si è esibito con Sawallisch, Lonquich, Chung, Pappano, Galliano, Kavakos, Lang Lang e Martha Argerich. Suona il violino Nicola Amati del 1651 della Fondazione “Pro Canale”. E’ accademico di Santa Cecilia.

Antonio BOSSONE, prima viola del Teatro di San Carlo di Napoli, si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio “S.Cecilia” di Roma, Meisterklass e Solisten Dipolom alla Musikhochschule di Wuerzburg in Germania e primo premio ai concorsi come il Musikhochschule Wettbewerb. Già prima viola dell’Orchestra Regionale del Lazio, del Teatro “Bellini” di Catania, dell’Orchestra Nazionale della Rai di Torino e dei solisti dell’ Accademia Filarmonica Romana diretti dal M° G. Sinopoli, collabora come prima viola con l’Orchestra dell’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia , con l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra del Teatro San Carlo e con l’Orchestra Symphonica Toscanini. E’ la viola del Quartetto d’Archi del Teatro di San Carlo. Suona una viola “M. Capicchioni” del 1977.

Francesco Maria PARAZZOLI ricopre da vent’anni il ruolo di Primo Violoncello dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Si diploma al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con Rocco Filippini, perfezionandosi in seguito coi Maestri A. Janigro, D. Shafran e M. Brunello. Per alcuni anni è violoncellista del trio Matisse.,

Ha lavorato con R. Chailly, R. Muti, C. Thielemann, G. Bertini, D. Gatti, G. Prêtre, J. Conlon, Sir N. Marriner, C. Hogwood, e Stefan Anton Reck, con cui ha eseguito nel 2010 la parte solistica nel Don Quixote di Richard Strauss. Numerose le tournée in Europa e Giappone come primo violoncello dell’orchestra e le registrazioni per la RAI, Decca, Deutsche Grammophon, Sony e Dynamic. È socio fondatore della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna. Nel 2002 è stato nominato Socio d’Onore della Reale Accademia Filarmonica di Bologna.

Francesco BOSSONE. Si diploma giovanissimo nel 1980. Dopo il suo debutto come primo fagotto con l’Orchestra Sinfonica di San Remo nel 1981, vince il concorso per orchestra indetto dai Pomeriggi Musicali di Milano (1983) e quello della Regione Toscana (1984). Dal 1985 è primo fagotto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia. Ha collaborato con C. Abbado, A. Pappano, M. W. Chung, M. Campanella, U. Ughi, G. Carmignola, M. Quarta, E. Morricone, A. Lonquich, H. Holliger e altri. Nel 1990 ha rappresentato l’Orchestra di Santa Cecilia al concerto della New York Philarmonic Orchestra alla Carnegie Hall in memoria di Leonard Bernstein.

Si è esibito nel ruolo di primo fagotto solista alla Royal Philarmonic Orchestra di Londra su invito di Daniele Gatti e ha collaborato con la Symphonica d’Italia diretta da Lorin Maazel, e con la Mahler Chamber Orchestra diretta da Claudio Abbado.

Enzo OLIVA. Si è diplomato all’età di diciassette anni, con dieci, lode e menzione speciale al Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso ed ha conseguito la Laurea Specialistica in Discipline musicali-indirizzo pianoforte, con centodieci e lode. Ha tenuto concerti in Italia ed all’estero, come solista, in differenti formazioni da camera e con orchestra; si è distinto in numerosi competizioni nazionali ed internazionali, vincendo il Secondo Premio al Concorso “Città dei sassi” di Matera ed al Concorso “Città di Magliano Sabina”, ed i Primi Premi Assoluti ai Concorsi: “I giovani per i giovani” di Ravenna, “Campi Flegrei” di Pozzuoli, “Città di Ortona”, “Bernardo Santaniello” di Bracigliano, “Città di Barletta”, “Premio Seiler” per i Conservatori italiani (nell’ambito del Concorso “Roma 1996”). Si è perfezionato con G. Valentini, A. Hintchev, M. Grisanti, L. Piovano, R. Filippini ed ha seguito il biennio presso la “Scuola superiore internazionale di musica da camera del Trio di Trieste”. Già allievo della “Scuola di musica di Fiesole”, è risultato vincitore della borsa di studio “Nino Rota”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top