Cronaca e Giudiziaria

I beni confiscati in Abruzzo tra camorra e banda della Magliana

Cambiano i tempi e l’Abruzzo purtroppo entra nella mappa delle terre della malavita organizzata. E anche la Marsica

Nella regione sono presenti 54 beni confiscati, 53 immobili e una sola azienda, con sede a Vasto. Tra gli immobili 41 sono stati destinati e consegnati, quindi pronti a un riutilizzo, mentre 12 risultano ancora sotto la gestione dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati (Anbsc). Quasi la totalità dei beni si concentra nelle province di Teramo (22) e L’Aquila (20), sono invece appena 7 a Pescara e 5 a Chieti.

E nella graduatoria entrano diversi paesi della nostra zona: Tagliacozzo, Scurcola, Ovindoli, Pescasseroli, Avezzano e Carsoli. Non c’è di certo da rallegrarsi…

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top