Italia

Grillo: Non firmare leggi incostituzionali

Nove auspici e una richiesta di incontro. Beppe Grillo scrive al presidente Sergio Mattarella, usa come sempre il suo blog per la lettera aperta che sintetizza anche su Twitter con l’hashtag #benvenutopresidente. Avrebbe gradito essere invitato ma Grillo non ricopre un ruolo ufficiale nel partito da lui fondato e il protocollo quindi non prevede la sua presenza. Da lontano dunque prende in prestito il consiglio del fratello del presidente: «Sergio, guardati dai politici». E poi inizia il suo «Caro presidente». Cosa chiede il leader Cinque Stelle? Il primo augurio è «tutelare la Costituzione italiana» e il secondo «non firmare leggi palesemente incostituzionali proposte dal governo». Grillo chiede al presidente di promuovere leggi per «proteggere le fasce più deboli» e di «ribadire la posizione della Corte costituzionale sulla illegittimità dell’attuale legge elettorale». C’è la lotta alla criminalità organizzata e «al legame incestuoso con la politica», la richiesta di «ripristinare la centralità del Parlamento» e di «esprimere la sua solidarietà in quanto capo dello Stato al pm di Palermo Nino Di Matteo».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top