Italia

Grillo lancia il referendum contro l’euro

È stato un Beppe Grillo sotto tono quello che ieri a Bruxelles ha presentato il referendum che il Movimento 5 Stelle vuol promuovere contro l’euro. Lo è stato fino a quando, dopo oltre quaranta minuti di monologo un giornalista ha timidamente chiesto se si potevano fare delle domande e il leader del Movimento lo ha zittito, dando invece la parola a un portavoce del gruppo parlamentare Efdd, quello cui appartengono i grillini. Questo signore non ha potuto che incensare uno dei suoi datori di lavoro, e a quel punto Lorenzo Consoli, uno tra i più anziani giornalisti italiani presenti a Bruxelles è sbottato, accusando Grillo di «essere come Putin, che accetta domande solo dagli amici e non dai giornalisti». A quel punto la conferenza stampa, che era stata piuttosto fiacca, ha preso un po’ di tono, con l’ex comico che ha urlato in risposta a Consoli che «voi giornalisti siete responsabili più dei politici» della situazione in cui si trova l’Italia e l’Europa. La Germania, l’euro e i giornalisti sono secondo Grillo i maggiori responsabili di tutti i mali europei. Il Paese di Angela Merkel, dice «è in crisi anche lui» ed è anche «la nazione più corrotta d’Europa, batte persino noi. Loro santificano la caduta del muro di Berlino ma siamo noi e la Ddr ad aver pagato la riunificazione tedesca, con i nostri soldi».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top