Politica

Grande VS Di Cicco: botta e risposta dopo la nomina di Cerone e Amatilli

Arriva la replica di Gabriele Grande, coordinatore di Rete Popolare Marsica, bersaglio, nei giorni scorsi, con il sindaco Giovanni Di Pangrazio e i due neo assessori Alessandra Cerone e Fabrizio Amatilli, di polemiche da parte di Gino Di Cicco, ex assessore della giunta Di Pangrazio, in merito alla nomina dei nuovi componenti dell’esecutivo. “Ho appreso di dubbi che Di Cicco ha espresso sulla nomina di Cerone e Amatilli, nonché nei confronti miei e di Rete Popolare Marsica. Le sue esternazioni – ha dichiarato Gabriele Grande – offrono l’occasione per precisare punti fondamentali:

La Cerone non ha bisogno di difese, in quanto il suo operato testimonia per lei; lo stesso vale per Amatilli, accusato da Di Cicco di far parte di una ‘famiglia che ha la società Preziosa Immobiliare, con la quale il comune ha un contenzioso da oltre vent’anni’, come se ciò dovesse precludere la partecipazione alla vita politica o includere ‘inciuci’ illegali. Quanto a me – continua Grande – sono stato candidato in una lista civica, perché è l’impegno civico quello che mi ha contraddistinto sempre, anche quando ha significato abbracciare programmi più neutri politicamente ma efficaci per il bene comune.

Gino Di Cicco dovrebbe interrogarsi su quello che è stato il suo apporto nel ruolo di assessore piuttosto che ‘ricamare’ sulle scelte attuali del sindaco e su quanti oggi lo sostengono. Conosco Di Pangrazio da molti anni – spiega Grande – apprezzo le sue capacità di amministratore e la sua politica. Per questo nasce “Rete Popolare Marsica”, che unisce professionalità al servizio del bene comune, che all’ex assessore piaccia o meno. Avezzano combatterà le battaglie per la Marsica con tutti i paesi, compresi Civitella e Collelongo – conclude Grande – citati da Di Cicco con scherno. Sono battaglie serie, ed è di persone serie che abbiamo bisogno”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top