Politica

Giunta Di Pangrazio: in squadra i nuovi assessori Cerone e Amatilli

Nella giunta Di Pangrazio si aggiungono Alessandra Cerone e Fabrizio Amatilli: i due nuovi assessori sono entrati a far parte della squadra in seguito alla riunione con i capigruppo consiliari per eleggere l’esecutivo che amministrerà la città di Avezzano. L’assessore alle pari opportunità, Patrizia Petricola, ha rassegnato le dimissioni con una lettera al sindaco. “Ringrazio Patrizia per l’ottimo lavoro svolto e per aver dimostrato che, per il bene della collettività, bisogna fare un passo indietro quando è necessario – ha commentato il sindaco –. Ai neo assessori vanno i migliori auguri di buon lavoro”. Alessandra Cerone sarà impegnata nelle politiche del lavoro, personale e protezione civile; Fabrizio Amatilli si occuperà di cultura, sociale e sport; Francesco Paciotti di urbanistica, agricoltura e pari opportunità; Crescenzo Presutti di ambiente, arredo urbano e verde pubblico; a Roberto Verdecchia vanno la viabilità e le attività produttive e a Luca Angelini polizia locale e patrimonio.

In risposta agli attacchi rivolti all’attuale amministrazione dal consigliere Ncd, Italo Cipollone, Di Pangrazio ha dichiarato: “Sembra non ci fosse traccia del consigliere quando abbiamo ridotto le spese ereditate dalla precedente amministrazione. Contratti faraonici come quello del nuovo municipio, che stiamo cercando di recuperare; per il servizio cimiteriale, questa amministrazione ha risparmiato 8.000 euro su un contratto che non era in scadenza nel 2011 e che l’altra amministrazione ha rinnovato 5 anni prima. Per quanto riguarda le spese di personale – continua il sindaco – nel 2009 ammontavano a 220.000 euro; per l’anno 2015, invece, siamo a 185.000. Consigliamo a Cipollone – conclude il sindaco – di mettere la stessa grinta per la difesa del tribunale e delle altre istituzioni, evitando strumentali spot elettorali”.

“Per quanto concerne le uscite legali – aggiunge Verdecchia – buona parte si è spesa per difendere il comune dal disastro creato precedentemente. Ricordo ai mandanti di Cipollone – seguita Verdecchia – che per anni, sotto il loro governo, si provvedeva a liquidazioni di parcelle professionali per circa 50.000 euro; tendenza invertita dalla nostra amministrazione, che ha approvato un regolamento per l’assunzione degli incarichi e il quantum dei loro pagamenti”.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top