Attualità

Giovanni D’Amico sul Progetto Marsica: “Abbiamo gli strumenti per diventare grandi”

Riportiamo di seguito la nota diramata da Giovanni D’Amico, presidente della DMC Terrextra Marsica e componente del gruppo di lavoro “Progetto Marsica”.

“ In riferimento agli articoli apparsi nei giorni scorsi sugli organi di informazione locali ed ispirati  da un dossier dell’Associazione LAG, della quale negli articoli purtroppo non è dato conoscere le persone di riferimento, corre l’obbligo di delineare un quadro che consenta di comprendere il “Progetto Marsica” quale strategia territoriale di medio termine, coerente e dotata di strumenti normativi adeguati ed attuabili attraverso la coesione e la convergenza di tutte le forze economiche e sociali della Marsica.

Bisogna anche precisare che il “Progetto Marsica” fu elaborato proprio in risposta ed in contestazione del mancato inserimento dell’area industriale di Avezzano e della piana del Cavaliere nella zonizzazione territoriale beneficiaria delle agevolazione ex 107.3.C. L’esclusione dei nostri territori in verità fu pubblicamente contestata dalle rappresentanze istituzionali, dal Sindaco di Avezzano con i Sindaci marsicani, dal Presidente del Consiglio e dai Consiglieri Regionali, piuttosto che da istanze imprenditoriali, sindacali e civiche.

Fu allora che, su proposta del Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe di Pangrazio e dell’Assemblea dei Sindaci Marsicani riunita dal sindaco di Avezzano, si tenne la riunione pubblica del 3 settembre 2014 presso il comune di Avezzano, nella quale si propose la elaborazione del “Progetto Marsica”, con l’impegno pubblico assunto dal presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, di sostenerlo con il massimo impegno.

Il ”Progetto Marsica” elaborato, sottoposto al parere ed ai suggerimenti delle rappresentanze territoriali, economiche e sociali della Marsica, è stato inviato alla Giunta Regionale, che sta definendo gli atti per la Costituzione di un coordinamento del gruppo di lavoro territoriale con le direzioni regionali competenti per tutti i settori interessati.

Nel frattempo su diverse misure sono state individuate concrete strategie di intervento e sono state avviate le fasi di implementazione ed attuazione.

Il Progetto Marsica prevede, quali  assi  di riferimento, l’agricoltura, l’industria, il turismo e le politiche sociali e di integrazione.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top