Giudiziaria

Giovane suicida di Avezzano, disoccupazione causa del gesto?

Da oltre un’anno viveva con l’angoscia di aver perso il lavoro. Da allora non era più lo stesso.

Potrebbe esserci proprio la mancanza del lavoro alla base del folle gesto che è costato la vita a Carlo Luciani, trentasettene avezzanese, che lascia una compagna incinta al sesto mese di gravidanza.

A nulla sono valsi i soccorsi quando ieri mattina Luciani è salito sul tetto della palazzina in cui viveva tra via Bagnoli e Via Trento, e si è lasciato cadere nel vuoto.
Ad accorgersi per primo dell’accaduto sarebbe stato un commerciante che insieme ad altri passanti ha prontamente chiamato i soccorritori.
La compagna di Luciani, sotto shock, è stata posta sotto la cura dei sanitari.
A lei e a tutti i familiari vanno le nostre condoglianze.

 

1 Comment

1 Comment

  1. Giuliano Tonelli

    23 novembre 2014 at 11:21

    solo questo è il motivo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top