Giudiziaria

Giovane finisce in manette per tentato furto

Durante un servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori nel centro marsicano, l’attenzione dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile è stata attirata da qualcosa che non andava presso il SERT di Avezzano.

I militari dell’Aliquota Radiomobile, avendo notato una serranda alzata presso la struttura, si sono introdotti all’interno del Sert scavalcandone la recinzione e costatando che qualcuno aveva rotto una finestra di uno degli ambulatori.

Non potendo escludere che i malviventi fossero ancora all’interno della struttura medica, gli uomini del NOR immediatamente hanno fatto irruzione negli ambulatori, e seguendo le tracce lasciate dall’intruso, hanno sorpreso E.A.M.S. E. anno 1987, egiziano, intento a forzare i locali del dispensario farmaceutico.
L’uomo alla vista dei militari, vistosi spacciato, dava in escandescenza brandendo un lungo punteruolo di vetro poco prima prelevato presso la finestra rotta, cercando ripetutamente di colpire i militari i quali, dopo essere riusciti a porsi in una posizione di sicurezza personale, con estrema professionalità, riuscivano a disarmarlo senza essere colpiti e senza permettere che l’uomo riuscisse a auto -lesionarsi.

L’uomo, privo di documenti di identità, presso il comando compagnia carabinieri di Avezzano veniva identificato e veniva costatato essere un tossicodipendente in cura presso la stessa struttura, gravato da precedenti analoghe condanne, quindi arrestato in fragranza di reato, veniva tradotto presso il Carcere di Avezzano a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica Roberto Savelli

Lo straniero ora dovrà rispondere del reato di “furto aggravato e resistenza aggrava a pubblico ufficiale”. La vicenda è attualmente al vaglio della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top