Altri articoli

Giovane celanese in prognosi riservata per le esalazioni da monossido di carbonio

Stava eseguendo dei lavori di tinteggiatura a casa di un amico, in via Monte Velino, quando si è accasciato al suolo a causa delle esalazioni prodotte dal gruppo elettrogeno.

L’amico, preoccupato per le mancate risposte alle sue telefonate, rincasava  precipitosamente trovandolo riverso a terra privo di sensi: immediato l’allarme al 112. La pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile in circuito è intervenuta prontamente e, constatate le condizioni del ragazzo, ha contattato il 118 per il trasporto al Pronto Soccorso. I Carabinieri si sono subito resi conto delle cause del malore del giovane, dovuto al gruppo elettrogeno, trovato ancora caldo dai militari, che il ragazzo, avvedutosi delle esalazioni di monossido rilasciate, è riuscito a spegnere poco prima di perdere i sensi. Sul posto è successivamente intervenuto il personale specializzato nelle indagini scientifiche dell’Aliquota Operativa per i rilievi del caso, e i tecnici della ASL per la sicurezza sul lavoro. Sono in corso le indagini per accertare l’eventuale responsabilità di terzi per quanto accaduto.

Il giovane celanese è stato trasportato d’urgenza, in prognosi riservata, al Policlinico Umberto I di Roma per la terapia con camera iperbarica.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il gruppo elettrogeno è stato sottoposto a sequestro.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top