Attualità

#Giochiamotutti: presentato il progetto del parco giochi per bambini diversamente abili

Avezzano – Nella giornata di ieri, 7 ottobre,  presso la sala consiliare del Comune di Avezzano è stato presentato il progetto “ Giochiamotutti” , che prevede la realizzazione di un parco giochi per bambini diversamente abili e non solo, all’interno  dell’area verde “Piazza della Resistenza”, in località Borgo Pineta, proposto da Giovanni Sestini e dalla Onlus “Niki Aprile Gatti”, in collaborazione con la Pro loco di Avezzano.

“Come Amministrazione, abbiamo posto le tematiche sociali al centro dei nostri interessi e, con la “Città Solidale” e questo nuovo parco giochi, abbiamo dato corpo a progetti importanti, riconosciuti anche dalla Regione. Vogliamo essere sempre al passo nell’ambito del sociale, perché è un settore cruciale e delicato per noi prioritario” ha spiegato il sindaco  Di Pangrazio in apertura di conferenza stampa. Giovanni Sestini, l’imprenditore che ha accolto l’idea dell’associazione Niki Aprile Gatti, rappresentata dalla presidente Ornella Gemini, non ha nascosto la sua commozione e ha invitato tutte le associazioni locali e gli enti a collaborare alla raccolta fondi: “ Ad Avezzano siamo 42 mila abitanti, 1 euro a testa e risolveremmo tutto”.

“Siamo stati una squadra fin dall’inizio. Abbiamo in un primo momento lanciato una raccolta fondi per constatare la reazione della città. Questo è il parco giochi della città, per tutti, più riusciamo a farlo bello e ricco e più potranno usufruirne i nostri figli”, ha detto Ornalle Gemini, “Si dice che il grado di civiltà di una città si misura in base all’attenzione che la società stessa rivolge verso i più deboli. Questo sarà il primo parco inclusivo del Centro Italia, in quanto i giochi che vi saranno installati potranno essere utilizzati tanto dal bambino normodotato quanto dal bambino con disabilità, quindi un motivo di orgoglio per la città e i cittadini. Il progetto è bello e bisogna solo avere un po’ di buona volontà”.  Presente anche l’assessore al sociale, Fabrizio Amatilli, il quale ha chiarito il significato della “Città Solidale” e spiegato in maniera più dettagliata le modalità di realizzazione. “Questo sarà il primo nel centro Italia, quindi anche un progetto pilota per quello che viene chiamato crowdfunding o finanziamento collettivo, ovvero una raccolta che parte dalla popolazione stessa”, afferma Amatilli. “Il cittadino, con una piccola donazione, vedrà realizzarsi qualcosa di pratico, utile e di importante, un patrimonio della città. Noi ce la metteremo tutta!”, ha concluso l’Assessore.

Dopo il messaggio solidale proveniente dall’attore Corrado Oddi, il quale ha messo a disposizione gratuitamente  il proprio spettacolo “Il Piccolo Principe” a favore del progetto, la parola è stata presa dall’ingegnere Isabella Gargale,che lo ha curato insieme a Gabriella Alessandri e Francesca Chirurgi, e che ha voluto sottolineare il valore del progetto, infinitamente maggiore, per i suoi contenuti, non solo pratici, della somma necessaria all’acquisto dei giochi,stimata in circa 80.000 euro, più un importo destinato all’eliminazione delle barriere architettoniche nella città.

Foto di Gian Andrea Carpineti

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top