Cronaca e Giudiziaria

Giallo di Carsoli, Violeta Blindescu è morta per un malore

Carsoli. É stato un malore a uccidere Violeta Blindescu, la donna rumena di 46 anni trovata senza vita all’interno di un appartamento di Carsoli. Era stato il compagno, Dan George Gabinat, 46 anni, anch’egli rumeno, a trovare la donna senza vita. Il corpo presentava segni di percosse ed era in forte stato di denutrizione. I carabinieri di Tagliacozzo e Carsoli, intervenuti sul posto con il coordinamento del capitano Silvia Gobbini, avevano trovato l’abitazione in forte stato di degrado, piena di sporcizia. Le incongruenze nel racconto di George Dan Gabinat, e gli elementi raccolti dalla prima ricognizione sul corpo della sfortunata giovane, avevano condotto all’arresto del quarantaseienne rumeno. Acquisiti gli esiti dell’autopsia, effettuata dal medico legale Cristian D’Ovidio, la procura ha disposto la scarcerazione immediata per l’uomo. Il medico legale non ha potuto escludere con certezza che la giovane donna sia stata sottoposta a maltrattamenti e percosse, ma queste non sarebbero all’origine del decesso. L’autopsia ha fatto luce su una situazione di profondo disagio, abuso di alcol e privazioni, consumatasi nella solitudine fino al tragico finale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top