Cronaca e Giudiziaria

Gestione dei cimiteri più vantaggiosa per il Comune di Avezzano

Contratto di gestione dei cimiteri più vantaggioso per le casse del Comune: il pre-accordo stipulato dai tecnici del V settore al termine della trattativa con la Cosema condotta dall’assessore Gino Di Cicco, su delega del sindaco, ora avviato verso i passaggi in commissione (lunedì 23 ) e consiglio comunale (mercoledì 25), prevede, tra l’altro, minori spese e un aumento delle percentuali fissate nel contratto stipulato dalla precedente amministrazione comunale con la società: dal 5,44 al 10%.
Complessivamente i benefici economici per minori spese e maggiori introiti destinati all’Ente, a partire dal 1 gennaio 2014 alla scadenza del contratto, nel 2025, è quantificato in 510.560 euro, ripartiti negli anni di durata della concessione. “La revisione della parte economica, in linea con la spending review“, afferma l’assessore Gino Di Cicco, soddisfatto per i termini del pre-accordo in viaggio verso il vaglio del Consiglio comunale, “va nella direzione giusta, quella attesa dai cittadini, e dimostra che il contratto stipulato nel 2011 dall’amministrazione Floris non era conveniente per il Comune. Questo accordo potrà essere di stimolo all’amministrazione per la revisione di tutti i contratti in essere”.
Criticità sui termini dell’appalto sui cimiteri sono state evidenziate anche nella relazione finale della Commissione: l’organismo politico-tecnico voluto dal sindaco per un esame a 360° dell’appalto, infatti, ha evidenziato irregolarità e procedure non ortodosse che avrebbero alterato i contenuti contrattuali. Ora tocca al consiglio comunale valutare se il pacchetto di revisioni dell’intesa destinata a riportare oltre mezzo milione di euro nelle casse del Comune, parte integrante del punto relativo alla concessione di ampliamento, manutenzione e gestione dei cimiteri di Avezzano, San Pelino, Cese, Paterno e Antrosano sono sufficienti per riportare la bilancia in equilibrio.

1 Comment

1 Comment

  1. Roberto Alesii

    Roberto Alesii

    21 giugno 2014 at 12:45

    Usurai

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top