Altri articoli

Gassificatore a Cerchio; Tedeschi scrive alla Coldiretti

Il Sindaco e il Vice Sindaco di Cerchio, scrivono al Direttore della Coldiretti, invitandolo ad attivare tutte le azioni possibili da parte dell’Associazione per sensibilizzare la Provincia, Regione e Governo.

TEDESCHI :  “Consapevole che il Sindaco e la Giunta Comunale, non hanno alcun potere decisionale di merito”,  come già formalmente rappresentato alle autorità preposte,  dovere del SINDACO è quello di tutelare la salute pubblica, il settore produttivo agricolo e l’ambiente.

MANCINI Vice Sindaco – DICHIARA: rilevo che la Nota dell’11Giugno 2012 – a firma del  Presidente della Coldiretti Provinciale – indirizzata e  “formalizzata ad un cartello di società private”  è  di senso sostanzialmente diverso da quello che oggi scrive il Direttore, di cui prendo atto positivamente.

Preciso che  Le ragioni che muovono le istituzioni pubbliche e le Associazioni Agricole sono esclusivamente dirette alla tutela dei cittadini, dell’imprese agricole e dell’ambiente, per questo  invito la COLDIRETTI PROVINCIALE ad attivare concretamente e pubblicamente ogni utile azione nei confronti degli Enti per Legge preposti alla “regolamentazione, normazione e rilascio dell’autorizzazione” (Governo, Regione e Provincia)-..

TEDESCHI – conclude  –  :il Comune di Cerchio è dalla parte del cittadino, dell’impresa agricola e dell’ambiente e lo ha manifestato formalizzando note alle autorità preposte.  Mi aspetto che faccia la stessa cosa il Direttore della Coldiretti che bene ha fatto a scrivere a noi Sindaci, ma che SA BENE che la regolazione delle attività in discussione – sono di competenza di altri organi -, sulla scorta di Leggi  che potranno essere modificate – solo con un’azione forte, collegiale, trasparente e di concreta collaborazione.  Azione da attivare NEI MODI E NEI  LUOGHI DEPUTATI  – evitando di aprire un “balletto mediatico” che di fatto da l’impressione di  risentire solo  degli umori, seppur legittimi, molte volte diversi, contrastanti e temporali  di “inquieti attori locali”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top