Politica

Garanzia Giovani, Iovannitti: “Garanzia di truffa per i giovani abruzzesi”

“Un’altra occasione persa per i politici, che prima delle elezioni si riempiono la bocca di frasi come: assicuriamo lavoro e futuro ai nostri ragazzi e, dopo essersi assicurati una poltrona, dimenticano le promesse. La disoccupazione giovanile si aggira al 40%, e invece di rilanciare il lavoro grazie ad una gran bella cifra mandata dall’Europa all’Abruzzo di 32 milioni di euro, destinata all’inserimento professionale attraverso ‘Garanzia Giovani’, ci ritroviamo con un pugno di mosche in mano”.

E’ quanto dichiarato da Vittorio Iovannitti, rappresentante regionale dei giovani dell’IDV L’Aquila, anch’egli tra i tirocinanti di Garanzia Giovani, che aggiunge: “Circa un migliaio di ragazzi in Abruzzo ha aderito al progetto, e non c’è uno di questi che non sia indignato. Sono 4 mesi che ho intrapreso questa esperienza formativa retribuita (600 euro mensili) – spiega Iovannitti – e già alla stipula del patto di attivazione io mi impegnavo a prestare la mia attività lavorativa e la regione a corrispondere le indennità a scadenze mensili tramite l’INPS. Terminato il primo mese non ho ricevuto né l’indennità né una risposta alle email che ho mandato in regione. Alla fine del secondo mese di lavoro, con mia grande sorpresa, ho ricevuto il pagamento, ma solo della prima mensilità e alla fine del terzo mese nuovamente nulla.

Dopo aver messo in atto comportamenti che si addicono ad uno stalker – continua Iovannitti – sono riuscito a parlare con una responsabile. Quest’ultima mi ha risposto che “mi sarei dovuto sentire fortunato di aver ricevuto almeno una mensilità, perché la maggior parte dei ragazzi non ha ancora ricevuto nulla”, in più ha aggiunto che “non c’è bisogno di scaldarsi, perché prima o poi le indennità arrivano, e che se sono mesi che telefono e mando email senza risposta è perché ricevono migliaia di lamentele al giorno e non fanno in tempo a riagganciare il telefono che squilla di nuovo”.

“Allora io mi chiedo – conclude Iovannitti – ci sarà forse qualcosa che non sta funzionando? La regione ha ricevuto dall’Europa dei fondi destinati al pagamento delle attivazioni di questo piano… che fine hanno fatto? E se già ci sono, dove li avete ‘fermati’?”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top