Politica

Gabriele De Angelis lancia la sua candidatura e si presenta alla città

Avezzano – Invoca progetti per i giovani, perché possano restare o tornare in città, “La costruzione di una piattaforma per loro che sia un modello nuovo per le nuove generazioni”, la creazione di lavoro per tutti, tenendo conto che “Avezzano non può risolvere i problemi con cinque anni, ma possiamo creare una traiettoria da seguire e da lasciare ai giovani”. Il manager assicurativo Gabriele De Angelis, si presenta così – tra gli applausi scroscianti della tifoseria delle prime file, al cospetto delle oltre trecento persone invitate dall’attivissimo staff – con un monologo di circa venti minuti, alla platea del don Orione, e lancia  ufficialmente la sua candidatura alle prossime amministrative. Una performance da one man show con la quale il candidato De Angelis spiega che il suo è un gruppo “Civico, lontano dalle logiche solite della politica”; nessun discorso da parte dei sostenitori del candidato di “Rinasce Avezzano”: in platea, nelle prime file, i rappresentanti di Partecipazione Popolare, i consiglieri di minoranza Alberto Lamorgese, Pissino Gallese e Alessandro Barbonetti, con il coordinatore Sandro Stirpe, i consiglieri di minoranza Emilio Cipollone e Stefano Chichiarelli, gli ex assessori della giunta Di Pangrazio, Crescenzo Presutti e Francesco Paciotti, l’ex consigliere provinciale Pasqualino Di Cristofano, l’ex consigliere comunale Iride Cosimati, i rappresentanti di “Avezzano per la Marsica”, associazione costituita da Marco Ciervo e Mauro Di Benedetto proprio in vista della tornata elettorale di primavera, e alcuni volti noti tra gli “addetti ai lavori” marsicani e aquilani. Assente il sulmonese Andrea Gerosolimo, grande sponsor della candidatura di De Angelis.

Gabriele De Angelis ha ripercorso le tappe della sua carriera di politico e di professionista, e ha poi lanciato un appello alla collaborazione al suo progetto. “Un progetto a lunga scadenza che deve servire per rilanciare Avezzano sì, ma anche per uscire da un futuro incerto e precario, per far nascere un nuovo modello di gestione della città”, ha detto il Candidato. Quale progetto e quale idea di modello? Non è dato sapere. “Il progetto si farà con i cittadini”, ha spiegato.

Insomma, la scenografica presentazione ha catturato l’attenzione dei presenti, ma i contenuti hanno creato qualche perplessità. Oltre al collage di buche sull’asfalto, le immagini della datata scuola Corradini-Fermi, i cartelli affittasi dei locali commerciali del centro, di grandi spunti che potessero essere indizio di un’idea globale di progetto per la Polis realmente innovativo e fattibile, non vi è stata traccia. Di qualche scivolone sì: Gabriele De Angelis, ex assessore ai lavori pubblici, addita a disdoro dell’Amministrazione cittadina le buche sull’asfalto, le condizioni dell’edificio scolastico del centro cittadino, e rivendica l’attuazione del microcredito.

Troppo facile immaginare la risposta del sindaco Giovani Di Pangrazio, che del progetto Microcredito – come anche del sociale, tra i punti cardine del suo programma – aveva ampiamente parlato nella sua scorsa campagna elettorale. Si è chiuso al 31 gennaio scorso il terzo bando, ma è un dettaglio che è sfuggito all’Oratore, che ha invitato i presenti a informarsi al riguardo. Scontata pure la possibile risposta degli ‘avversari’ riguardo a scuole e ad altri lavori pubblici.

Probabilmente il candidato De Angelis riserva i veri “cavalli da battaglia” per tempi più caldi della campagna elettorale. Nei prossimi giorni aprirà i battenti la sede ufficiale di “Rinasce Avezzano”, dove Gabriele De Angelis incontrerà i cittadini.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top