Politica

Fusione piccoli comuni, Mazzocca: “Una grande sfida a cui dobbiamo partecipare”

“L’approvazione del progetto di legge che incentiva la fusione dei comuni inferiori a 5000 abitanti ritengo sia un fatto importante da cui ripartire”. Lo afferma in una nota il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale con delega agli enti locali Mario Mazzocca. “La fusione dei piccoli Comuni è una grande sfida – aggiunge Mazzocca – a cui noi amministratori, di concerto con le comunità locali, dobbiamo partecipare per il rilancio dei piccoli paesi e dell’intero territorio. Questa legge può aiutarci ad accelerare un importante processo democratico che può portare sia ad una riduzione dei tributi locali sia all’implementazione o al miglioramento dei servizi erogati dallo stesso comune”.

“Molte le realtà locali che hanno avviato questo processo virtuoso. Penso al comune di Popoli, al grande lavoro svolto dal sindaco Galli e al nostro già assessore Giovanni Diamante che si è speso in un impegno quotidiano su un tema ancora cosi ostico e sottovalutato – precisa Mazzocca – Anche a Salle il comune si è attrezzato eleggendo un’apposita commissione consiliare per poter gestire questo processo: il nostro consigliere comunale Davide Morante è impegnato in prima fila come promotore di questo ambizioso progetto”.

“Dal 1995 al 2011 sono nati 9 comuni dal processo di fusione. Solo dal 2011 al 2014 sono stati istituiti ben 26 entità municipali, la maggior parte concentrate nel centro-nord Italia. Sel-SI, nei prossimi mesi, tramite i suoi amministratori locali investirà in questo percorso mettendo in campo forme di democrazia partecipata per rendere le popolazioni locali protagoniste di una riforma prima di tutto culturale. Dobbiamo sgombrare il campo dalla paura di cedere sovranità: infatti l’istituto della fusione dei Comuni non è uno strumento per unirne due o più – conclude Mazzocca – ma al contrario un nuovo modello amministrativo scelto da essi in modo paritario e democratico.”

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top