Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Fuoco amico…


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Quando mi ha telefonato non sembrava granchè soddisfatto. E, secondo me, ne aveva tutte le ragioni!

Di chi parliamo? Di un semplice e comune cittadino massetano che (non) ha assistito impotente ad una recita di basso livello.

Torniamo indietro di qualche giorno per raccontarvi di un incontro, a dir troppo, interlocutorio sull’ormai famigerato impianto di compostaggio, in rampa di lancio in quel di Massa d’Albe.

Il teatro è il palazzo municipale, lo spettacolo dovrebbe avere come protagonisti i rappresentanti del Partito Democratico provinciale che, più o meno, al gran completo dovevano andare lì per spalleggiare e per mostrarsi addirittura solidali con le popolazioni “tediate” dal progetto.

E per questo si era dato mandato di tagliare fuori i grossi numeri. Solo dei rappresentanti del comitato massetano, nessuna folla, nessuno schiamazzo. In fin dei conti non c’è un nemico, si va fra soldati alleati.

Con il rischio però di morire a causa del fuoco amico.

Sì perché le alte sfere del PD si saranno ricordate a un certo punto (tardivamente) che se lo “sponsor” regionale è destrorso, il braccio armato locale è invece della loro stessa parrocchia e così, sembrando inopportuno pugnalarlo alle spalle, è parso invece più opportuno assassinare i soliti noti.

E cioè noi.

Mah, cioè, sapete cos’è, questi impianti sono una risorsa per il circondario, avranno detto.

E poi avranno anche aggiunto… Sempre se fatti bene, e questo lo faranno bene di certo. E cosi risultati degni saranno assicurati… assieme ad un travaso di bile da parte di chi non è andato, confidando nella Santa Alleanza.

Più realisti del re, i nostri, hanno pensato bene di non dilapidare il patrimonio di un certo Machiavelli o di tal Guicciardini, dando vita ad uno spettacolo raccapricciante.

Sì perché l’aggravante è che anche in questa occasione il partito (nella miglior tradizione nazionale degli ultimi tempi) si è mostrato palesemente spaccato con D’Amico nelle vesti dell’Enrico Letta della situazione e Mazzetti guidato invece dal sacro fuoco (amico) di Renzi.

Una palese forzatura, ovviamente, questa analisi estemporanea, per far capire però che anche in questa occasione una freccia nell’arco di quel gruppo politico, è finita per conficcarsi invece giusto in mezzo al petto di Brancaleone e i suoi crociati.

Con buona pace dell’idea stessa di cabina di regia di un partito che, facendosi ispirare dal caso, spinge il comune cittadino ad essere diffidente e prevenuto, e la mia fonte a saltare la cena per il nervoso…

VALE

Luca DJ Di Giampietro

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top