Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Lavoro

Fucino, i nuovi schiavi nei campi


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Un bollino rosso appare nella zona del Fucino sulla cartina dell’Italia presentata nel rapporto Agromafie e caporalato della Flai-Cgil: «Gravemente sfruttato».

Questo il quadro che emerge dallo studio condotto sui lavoratori impiegati nel settore dell’agricoltura. E la piana dell’ex lago è uno degli 80 epicentri dello sfruttamento dei caporali. I braccianti, per lo più extracomunitari, lavorano per poche centinaia di euro in condizioni definite «paraschiavistiche», senza coperture assicurative e la maggior parte senza accesso ai servizi igienici e all’acqua corrente. In base a quanto appreso dal rapporto delle Agromafie, il 70% presenta delle malattie e non percepisce compensi per giorni di ferie o di permesso. Il report, redatto dall’Osservatorio “Placido Rizzotto” per conto della Flai-Cgil, evidenzia come nella provincia de L’Aquila, e in particolar modo nel Fucino, i lavoratori agricoli siano «gravemente sfruttati».

1 Comment

1 Comment

  1. Anna De Nino

    Anna De Nino

    6 giugno 2014 at 11:21

    cazzate

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top