Altri articoli

Fratelli d’Italia approda nella Marsica: nasce la costituente cittadina

Si è svolta ieri, presso l’hotel Salviano, la presentazione ufficiale del movimento Fratelli d’Italia a sancire formalmente la nascita del partito nel capoluogo marsicano. Dopo esser riuscito in soli quaranta giorni dalla sua nascita a guadagnarsi la rappresentanza parlamentare di nove deputati alle scorse elezioni politiche, la sfida del partito è ora il radicamento territoriale in vista delle prossime tornate elettorali.

Nelle parole del portavoce del partito per l’area di Avezzano, Maurizio Pendenza, l’obiettivo primario è quello di segnare un nuovo modo di fare politica che possa ascoltare e risolvere le problematiche di tutta la cittadinanza permettendo così alla città di Avezzano di ripartire economicamente.

La volontà di improntarsi ad un tipo di «politica popolare» come l’ha definita il consigliere regionale Emiliano Di Matteo -portavoce regionale del partito- sarebbe una diretta conseguenza dell’esperienza politica maturata dai componenti del partito in seno ad altri movimenti politici. «Avendo avuto tutti, dalla Meloni al semplice militante, esperienza in altri partiti siamo oggi sicuri di ciò che non saremo, non faremo l’errore di creare un cortocircuito tra la politica e la comunità» ha chiarito Di Matteo.

Se un occhio è rivolto ai cittadini, l’altro però guarda necessariamente a Roma e alla politica nazionale, impersonata dall’On. Marco Marsilio, responsabile economico nazionale del partito. Rivolgendosi agli aderenti al movimento presenti in sala (Mauro Tirabassi, Riccardo Angeloni, Luciano Leonzio, Finesio Mariani, Orazio Nazzicone), l’onorevole ha chiarito i passi che porteranno alla definizione del programma politico da costruirsi in accordo con le singole associazioni di categoria dopo che una capillare indagine ne abbia analizzato le criticità.

Ma quale sarà il primo test elettorale con il quale il partito si misurerà? La risposta è giunta chiara subito dopo l’intervento di Antonio Faricelli, segretario dell’Unione dei Marsi, presente alla riunione per affinità ideologiche con Fratelli d’Italia. Smentendo voci infondate che dichiaravano il contrario, Di Matteo ha assicurato che Fratelli d’Italia si presenterà alle regionali del prossimo maggio militando ovviamente nel campo di gioco del centrodestra, ma presentando liste che non saranno semplicemente d’appoggio. Il consigliere ha, quindi, teso la mano all’Unione dei Marsi lasciando intravedere la possibilità che i due movimenti possano anche concorrere insieme.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top