Italia

Forza Italia-Lega, accordo per le regionali

«Ci è stato assicurato che Forza Italia rimarrà all’opposizione e questo ci riempie di gioia. Ma da qui a parlare di un accordo a 360 gradi ce ne passa…». Alle cinque della sera e dopo una cena con Silvio Berlusconi ad Arcore, Matteo Salvini gela l’entusiasmo di Renato Brunetta, che parla di un’«alleanza a 360 gradi» con la Lega e promette opposizione dura in Parlamento. Il leader del Carroccio apprezza l’irrigidimento di Forza Italia nei confronti del governo ma ironizza sulla parola data dal Cavaliere («Speriamo che l’opposizione duri almeno una settimana») e derubrica a semplice “ripresa del dialogo” l’accordo politico di cui parla il Mattinale. «Sono andato ad Arcore perché mi interessava capire se davvero Forza Italia ha intenzione di non sostenere più Renzi. Ora si può discutere, cosa fino a ieri impensabile. Da domani verificheremo se è una crisi passeggera». Si può parlare di un primo passo verso la ricostruzione del centrodestra? Salvini conferma tutta la sua ostilità nei confronti di Angelino Alfano: «Il simbolo della Lega non sarà mai affiancato da quello dell’Ncd». Per ora, insomma, l’unica intesa raggiunta riguarda l’intenzione di correre insieme alle elezioni regionali di maggio, in Veneto, Liguria e forse in Toscana (dove l’Ncd dovrebbe correre insieme a Forza Italia). Ma l’accordo sui nomi ancora non c’è. E se è scontata la ricandidatura di Zaia in Veneto, in Liguria si tratterà di convincere i leghisti a non schierare un loro uomo, che potrebbe danneggiare la coalizione. Quel che è certo è che il leader della Lega è tornato a sedersi da protagonista al tavolo del centrodestra e adesso vuole imporre i propri uomini al Cavaliere, che prova a resistere.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top