Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Fondi agricoltura: Febbo (FI) replica a Balducci (Pd)


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

“Le dichiarazioni del consigliere Balducci sono inopportune e fuori luogo, oltre a denotare una totale non conoscenza sia del Programma di sviluppo rurale, sia del mondo agricolo”. Cosi’ il presidente della Commissione di Vigilanza Mauro Febbo replica alle dichiarazioni dell’esponente del PD. “Balducci – continua Febbo – dimentica che l’Abruzzo ereditato dalla Giunta Chiodi viveva una situazione a dir poco drammatica con 4 miliardi di euro di debiti ereditati certi e certificati. Gli 800 milioni di euro di cui parla il consigliere del PD ce li avevamo anche noi, perche’ si tratta di debiti derivanti da contenziosi precedenti alla nostra Legislatura, certificati non si sa bene da chi. Voglio ricordare a Balducci che nel 2009 venivamo da una lunga situazione di stallo dovuta prima ai guai giudiziari della precedente Giunta, a cui si e’ aggiunto il devastante sisma dell’Aquila. Ma nonostante le difficolta’, abbiamo lavorato con capacita’ e caparbieta’, riuscendo a centrare obiettivi importanti anche nello Sviluppo rurale. Nonostante i notevoli ritardi accumulati dal Governo regionale precedente (il Psr e’ partito nel 2009 e non nel 2007 perche’ il presidente Del Turco e l’assessore Verticelli non avevano messo in bilancio la quota di cofinanziamento), l’Abruzzo e’ sempre riuscito a scongiurare con largo anticipo il disimpegno dei fondi comunitari, raggiungendo traguardi sia per l’utilizzo dei fondi, sia per la programmazione”. Febbo rivendica il lavoro portato avanti nei suoi 5 anni alla guida dell’assessorato all’Agricoltura. “Un periodo – prosegue – che si e’ chiuso piu’ che positivamente: il mondo rurale, infatti, per la futura programmazione puo’ contare sugli oltre 432 milioni del Programma di Sviluppo Rurale (secondo pilastro della Pac). Forse questo a Balducci era sfuggito, come forse non sa che il lavoro svolto in questi anni e’ stato certificato dal Ministero delle Politiche agricole che, per quanto riguarda la ripartizione dei fondi per il periodo 2014-2020, ha previsto un incremento di spesa pubblica per l’Abruzzo pari al +4,85 per cento rispetto alla programmazione 2007-2013, unica regione italiana ad aver beneficiato di un aumento, che portera’ ben 50 milioni in piu’. Nel dossier dei 100 giorni del Presidente D’Alfonso e nel Dpefr, invece, non c’e’ traccia degli oltre 300 milioni di euro di pagamenti diretti. Una nota a margine – sottolinea Febbo – riguarda proprio il Dpefr presentato ieri dall’assessore Paolucci, nel quale, per quanto riguarda il settore agroalimentare, vengono riconfermante tutte le iniziative preventivate dal Governo Chiodi con una serie di provvedimenti promossi dal sottoscritto. Per la presentazione del PSR – conclude il presidente della Commissione di Vigilanza – la scadenza era fissata al 21 luglio, ma poiche’ in Abruzzo si e’ votato a maggio, e’ stata concessa da Bruxelles una proroga al 30 settembre. Proroga inutile, visto che del documento non si ha traccia. Eppure avevamo lasciato ai nostri successori solo da definire lo strumento finanziario. Evidentemente il Presidente Luciano ‘ovunque’ preferisce tenere disoccupati i suoi assessori e i ritardi si accumulano”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top