Abruzzo

Finanziamento grano duro, la Copagri esprime soddisfazione

La notizia adesso è ufficiale: il grano duro, unitamente alle colture proteiche ed alle leguminose, sarà sostenuto finanziariamente con premi aggiuntivi e di scopo nell’ambito della rotazione colturale sui terreni a seminativo nell’ambito della nuova Politica Agraria Comunitaria (pac) 2014/2020.
In un primo momento l’Abruzzo pareva escluso dal beneficio a premio per gli agricoltori che intendevano introdurre il grano duro e le altre colture della famiglia dei cereali nella rotazione aziendale a favore delle sole piante proteiche ed oleaginose; la Copagri ha sempre sostenuto che questa era una previsione dannosa per la nostra regione sia perché veniva meno un sostegno diretto ad una delle colture tradizionali prodotte nel nostro territorio ma appariva oltraggioso rispetto alla possibilità, adesso nuovamente concreta, di stabilire filiere produttive locali in favore dei due grandi marchi mondiali della pasta De Cecco e Del Verde.
Questa posizione è stata sempre rappresentata al governo regionale e trasmessa ufficialmente alla struttura nazionale in modo da poterla conferire direttamente con il ministero dell’Agricoltura ed il tavolo tecnico stato – regioni.
Adesso che la notizia è certa ed ufficiale chiediamo all’assessore regionale all’agricoltura Dino Pepe di farsi interprete della necessità di favorire accordi di filiera locale per la produzione del grano duro di qualità in maniera specifica nelle aree produttive storicamente vocate allo scopo di ottimizzare la produzione di qualità e contribuire nettamente ad alzare i ricavi delle aziende agricole.
Per fare questo utile sarebbe insediare uno specifico tavolo tecnico regionale con i rappresentanti delle Organizzazioni Professionali Agricole (OO PP AA), imprese della trasformazione ed assessorato.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top