Cronaca e Giudiziaria

File maratona, un’estate da palpitazioni

Continua la sequela di proteste per le condizioni estreme che molte volte gli utenti sono costretti a subire nell’ambito degli uffici aperti al pubblico ma troppo sovraffollati. E’ la volta di Eni gas dove per delle volture, dei controlli delle fatture o delle semplici verifiche si è costretti ad aspettare ore ed ore con code che raggiungono anche le venti persone.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top