Altri articoli

Ferrovie, pendolari Marsica denunciano disagi su Pescara-Roma

Nuove segnalazioni di disagi dei pendolari della tratta ferroviaria Pescara-Roma, in particolare da quelli in partenza dalla Marsica: allungamento dei tempi di percorrenza per le difficoltà legate al maltempo, e sovraffollamento dei convogli. Neve, pioggia, guasti elettrici,  possono provocare rallentamenti.

Le locomotive non sono più quelle di una volta, ossia pesanti e in grado di provocare molto attrito con le rotaie –  afferma a nome di un gruppo di pendolari di Tagliacozzo, Edoardo Di Felice. Spesso, nei tratti in salita, in caso di maltempo, i treni restano bloccati. La denuncia dei pendolari è supportata anche da una presa di posizione di Federconsumatori Abruzzo, che rileva particolari difficoltà nella parte finale della tratta, quella da Tivoli a Roma.

Tra le due città laziali – viene spiegato da Federconsumatori – c’è una distanza di circa 40 chilometri, e la linea ferroviaria consente su quella relazione una velocità media di circa 120 Km/h. Se un treno non effettua fermate intermedie, dovrebbe impiegare 20 minuti. In realtà ne occorrono da un minimo di 37 a un massimo di 50.

Tempo perso – viene spiegato da Federconsumatori – che va a danno dei pendolari abruzzesi, nel più completo disinteresse delle nostre istituzioni politiche. Bisogna saper ricordare ai colleghi laziali, che la linea ferroviaria Pescara-Roma è nata per collegare l’Abruzzo a Roma, non per essere monopolizzata dal servizio metropolitano Tivoli-Roma.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top