Politica

Fermo produttivo nello stabilimento LFoundry per carenza di commesse

Dopo la cessione del sito industriale più grande della Marsica alla multinazionale cinese Smic c’è bisogno di una riorganizzazione. Otto turni di fermo produttivo alla LFoundry per compensare la carenza di commesse. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Centro, la Semiconductor manufacturing international corporation – azienda leader nel settore dei semiconduttori con sede a Shanghai – produce wafer come LFoundry e intende ampliare il suo raggio d’azione proprio grazie allo stabilimento marsicano. Ma questo processo, avviato con la sigla della cessione del sito del nucleo industriale della città nel giugno scorso, ha bisogno di tempo per essere attuato.

E’ previsto, quindi, un periodo di riassetto interno con una conseguente pausa produttiva necessaria per consentire alla Smic di chiudere con le vecchie commesse e iniziare con i nuovi lavori. Per questo, nel mese di agosto, la direzione aziendale ha fissato 4 slow down. I fermi produttivi previsti coinvolgeranno otto turni da 12 ore ciascuno durante tutto l’arco del mese. I fermi produttivi – si legge nel quotidiano – sono previsti sabato 6 e domenica 7 agosto – turni C e A – domenica 14 e lunedì 15 – turni C e A – sabato 20 e domenica 21 – turni D e B – e domenica 28 e lunedì 29 – turni D e B. Nel mese di agosto l’azienda non chiuderà come fanno altri stabilimenti del territorio, ma continuerà a lavorare a ciclo continuo. I mille e cinquecento dipendenti, infatti, vanno in ferie a rotazione da maggio a settembre.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top