Giudiziaria

Fabbrica di botti esplosa, genitori assolti

Un lieto fine per una vicenda ancora oggi molto dolorosa. Sono stati infatti assolti, dopo sette anni, i genitori del giovane Renato Amiconi, 29 anni, morto nell’esplosione di una casamatta a Cerchio. La Corte d’Appello de L’Aquila ha assolto Franca Tirabassi, intestataria della ditta, perché il fatto non costituisce reato. Il padre del giovane, Graziano Amiconi, amministratore della società, invece, è stato assolto dal gup del tribunale di Avezzano per non aver commesso il fatto.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top