Altri articoli

Ex Micron, deciso il fermo produttivo

Oggi la direzione aziendale di MIT ha comunicato alla RSU di stabilimento di dover gestire il calo produttivo, del prossimo trimestre, con delle giornate di stop totale delle attivita’ iniziando dal 17 e 31 gennaio e proseguendo poi con altre date anche per i mesi di febbraio e marzo. Saranno inoltre aggiunti dei piani ferie forzate a seconda delle esigenze dei singoli dipartimenti interni. Inoltre e’stato comunicato che gia’ dalle buste paga di Gennaio, cosi come introdotto dal comma 186 della legge di stabilita’ 2014, la retribuzione persa in Contratto di solidarieta’ passa dall’80% al 70%.

“Le fermate, non del tutto inattese, continuano ad alimentare insicurezza riguardo questa sfida industriale messa in piedi dall’attuale cda di MIT, anche se in questo trimestre dell’anno le commesse subiscono sempre un calo fisiologico.

L’abbassamento di dieci punti percentuale che impatta i redditti gia’ ampiamente svalutati dei lavoratori ex Micron, in un momento di crisi cosi forte per tutto il territorio, esprime un netto segnale di inefficienza politica. Il governo, cosi facendo,invece di far ripartire i consumi li aiuta a deprimersi”.

ANDREA CAMPIONE

SEGRETARIO PROVINCIALE FISMIC

 

1 Comment

1 Comment

  1. Nino Orlandi

    Nino Orlandi

    15 gennaio 2014 at 22:09

    NO COMMENTO ,GIA FATTO ALTRE VOLTE!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top