Politica

Europee: l’inutile impresa di Piccone

Confermato il dato: Filippo Piccone del Nuovo centrodestra, è il candidato abruzzese più votato alle elezioni europee, con che ottiene 41 mila voti.

Poco più indietro Daniela Aiuto, svizzera ma vastese d’adozione, candidata con il Movimento 5 Stelle, con più di 35mila preferenze.

Ottimo risultato anche per il grillino Paolo Angelini con 31.006 preferenze, mentre l’altra pentastellata Melania Pomante ottiene 14.662 voti.

Vanno bene anche i due candidati abruzzesi di L’altra Europa con Tsipras, Enzo di Salvatore (7.186 voti) e l’aquilana Anna Lucia Bonanni (6.685 preferenze).

Il candidato di Fratelli d’Italia Antonio Tavani ottiene 4.161 preferenze, mentre il militare Jonny D’Andrea di Forza Italia prende 3.233 voti, piazzandosi in fondo alla lista.

Daniele Toto di Scelta Europea è a 3.134 preferenze.

L’ortonese Simonetta Schiazza dell’Italia dei valori prende 1.261 voti mentre Rinaldo Mariani, sempre Idv, medico radiologo in servizio all’ospedale civile di Castel di Sangro, è a 732 preferenze.

Infine Davide Vannoni (Io cambio-Maie) e Paolo Colangelo (Lega Nord),rispettivamente con 611 e 293 voti.

2 Comments

2 Comments

  1. Pierluigi Oddi

    27 maggio 2014 at 10:26

    “Inutile impresa di piccone” e poi l’articolo non spiega perché ..,

  2. Mi Lindo

    27 maggio 2014 at 19:29

    Perché e un testa di ……,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top