Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giudiziaria

Esplosione Paolelli registrata da rete sismometri Ingv


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Sono state registrate dai sismometri della Rete sismica nazionale, le esplosioni avvenute il 9 luglio nella fabbrica di fuochi artificiali di Tagliacozzo. Lo rende noto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). La stazione sismica più vicina alla fabbrica, rileva l’Ingv, si trova presso il Santuario di Pietraquaria, vicino Avezzano, a circa 12 chilometri dalla fabbrica Paolelli. Al momento delle esplosioni ha registrato «un segnale sismico simile a un terremoto, o meglio a una serie di piccoli terremoti», la cui magnitudo è stata calcolata in 1,2. Lo stesso evento è stato registrato da altri cinque sismometri che si trovano entro 40 chilometri dalla fabbrica. I segnali, rilevano gli esperti dell’Ingv in un blog, «sono coerenti con una stessa origine e si presentano abbastanza simili tra loro. La durata totale è di circa un minuto». I sismologi hanno quindi localizzato l’origine delle scosse entro uno-due chilometri dalla fabbrica e in un momento che coincide con la prima esplosione significativa, avvenuta alle 13:35:31 del 9 luglio 2014.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top