Connect with us

Attualità

Esami e visite Asl, ora in tutta la provincia alla cassa cup si paga anche con bancomat e carta di credito

Pubblicato

on

Le 17 nuove postazioni digitali, in tutti i distretti sanitari periferici, si aggiungono a quelle già esistenti a L’Aquila, Avezzano, Sulmona, Castel di Sangro. Il servizio alternativo al contante è ora presente a: Celano, Pescina, Pratola peligna, Tagliacozzo, Carsoli, Civitella Roveto, Pizzoli, Barisciano, Capestrano, Castelvecchio Subequo, Pescasseroli, Pescocostanzo, Scanno, Tornimparte e Trasacco. A breve sarà esteso a Rocca di Mezzo e Balsorano.

il manager Tordera: “Una delle molteplici iniziative attuate per andare incontro alle esigenze degli utenti e agevolarli nell’accesso ai servizi in modo uniforme in tutto il territorio”

Marsica. Pagamenti di esami strumentali e visite con bancomat e carta di credito, presso le casse-cup di tutti i distretti sanitari periferici della provincia AQ, grazie all’installazione dei cosiddetti Pos, dispositivi elettronici che permettono di versare il dovuto senza usare i contanti. Tale modalità di pagamento è già possibile da anni all’Aquila (ospedale e distretto sanitario di Paganica) e ad Avezzano, Castel di Sangro e Sulmona sia in ospedale sia ai rispettivi distretti sanitari. Ora, in aggiunta ai punti già esistenti, il versamento con carta e bancomat è stato attivato anche nelle sedi distrettuali periferiche, da Carsoli fino a Pescocostanzo. L’attivazione dei Pos rappresenta una comoda alternativa al contante (che potrà ovviamente continuare ad essere utilizzato) al momento di saldare il conto alla cassa Cup. Un’iniziativa che, oltre ad agevolare l’utente e a velocizzare le operazioni di pagamento, permetterà di allineare tutte le sedi distrettuali della Asl alle altre località dove già si usano bancomat e carte di credito. Le nuove postazioni per il pagamento senza contanti sono state attivate in 15 località: Celano, Pescina, Pratola Peligna, Tagliacozzo, Carsoli, Civitella Roveto, Pizzoli, Barisciano, Capestrano, Castelvecchio Subequo, Pescasseroli, Pescocostanzo, Scanno, Tornimparte e Trasacco. Per completare il mosaico dei punti operativi che permettono versamenti alternativi al contante restano ora Balsorano e Rocca di Mezzo che, secondo il cronoprogramma impostato, riceveranno il nuovo servizio a breve portando così a 17 le nuove postazioni complessive in provincia per il pagamento digitale. Tra l’altro, la possibilità versare la somma prevista per la prestazione (visite, esami strumentali e quant’altro) tramite Carta di credito e Bancomat consentirà di estendere l’agevolazione anche a Pescina e Tagliacozzo che sono Pta, cioè presidi territoriali di assistenza e che, oltre ad avere ospedali di comunità, erogano numerose prestazioni alla popolazione che risiede nei rispettivi bacini territoriali. L’allaccio delle nuove apparecchiature è stato portato avanti dalla Asl con l’ausilio dell’istituto di credito incaricato che, a sua volta, ha lavorato in sinergia con i servizi della Asl e i referenti distrettuali incaricati.

“L’introduzione del pagamento con le Carte”, dichiara il Manager della Asl, Rinaldo Tordera, “si inserisce nell’ottica delle molteplici iniziative, già attuate dalla nostra azienda, per andare sempre più incontro alle esigenze dell’utenza e per fare in modo che l’accesso ai servizi sia sempre più agevole. L’intento è infatti quello di semplificare e facilitare la fruibilità dei servizi in maniera uniforme su tutto il comprensorio della Asl affinché i residenti, a prescindere dal luogo di residenza, abbiano le medesime modalità di beneficiare delle prestazioni in virtù di un comune sistema operativo”

Attualità

Luco dei Marsi. Sette giorni di eventi, seminari e una storica fiera in edizione speciale nel primo G7 dell’Agricoltura e del Cibo

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Sette giorni di eventi, seminari, laboratori culinari, visite didattiche alle aziende locali e regionali, arte, musica, proiezioni, degustazioni, con la storica fiera di Sant’Andrea allestita, per l’occasione, in edizione speciale.

Sarà tutto questo il “G7 dell’Agricoltura e del Cibo – Quale agricoltura, quali tecnologie, quale cultura”, in programma dal 29 novembre al 5 dicembre a Luco dei Marsi, organizzato dall’Amministrazione comunale in sinergia con il Tavolo Verde permanente per l’Agricoltura.

Gli eventi in programma si svolgeranno tra il Comune, viale Duca degli Abruzzi – in occasione della Fiera di Sant’Andrea chiuso al traffico e location aggiuntiva degli allestimenti – via F.Ciocci (“Il Montanaro”), piazza Umberto I e il palazzo dell’ex municipio.

Nel ricco calendario di eventi, accanto ai convegni che vedranno protagonisti qualificati relatori sui temi centrali dell’Agricoltura e del cibo, i focus sugli alimenti e sulle produzioni fucensi e marsicane: ortaggi e frutta, ma anche miele, zafferano, olio, formaggi, norcineria, proposti poi nelle gustose interpretazioni degli chef.

La manifestazione, come sottolineano la sindaca Marivera De Rosa e Giorgio Giovannone, assessore all’Agricoltura e vicesindaco, “È una prima edizione e si inscrive nel più ampio progetto di valorizzazione e promozione dell’Agricoltura, un rafforzamento del settore che è tra gli obiettivi principali dell’Amministrazione Luco Bene Comune. L’Agricoltura è per il nostro territorio una vocazione naturale e una risorsa straordinaria, cardine della nostra economia. Si può certamente affermare che la storia del nostro paese sia stata, ancor più di quanto accaduto in altre zone, fortemente intrecciata con quella del Fucino, prima lago e poi piana. Oggi, anche con riguardo alle nuove tecnologie, alla grande attenzione e alla consapevolezza relativa a tutto quanto attiene al cibo, può e deve offrire prospettive concrete per i nostri giovani. Sono molte le criticità di cui il settore soffre, ma siamo convinti che la strada maestra per affrontare queste criticità, e al contempo preparare il terreno al futuro, passi necessariamente attraverso la cooperazione tra amministrazione, agricoltori, imprenditori, associazioni e istituzioni: con questa consapevolezza siamo partiti dalla costituzione del Tavolo Verde permanente per l’Agricoltura, e procediamo in questa direzione. Questa manifestazione sarà l’occasione per fare il punto sullo “stato dell’arte” nel settore, per confrontarsi circa problemi e potenzialità e focalizzare soluzioni e strategie di sviluppo ma, anche, una vetrina per le nostre attività produttive e uno spazio in cui condividere momenti di convivialità e di svago all’insegna della migliore enogastronomia a “kilometro zero”. Invitiamo tutti a partecipare”.

Continua a leggere

Meteo

Nevica a Ovindoli, Pescasseroli e Marsia. Allerta arancione per temporali nel resto della Marsica

Pubblicato

on

Marsica – Nevica nella Marsica fino a quota 110o metri. Sulle piste da sci di Ovindoli-Monte Magnola sono caduti 25 centimetri di neve, i fiocchi hanno raggiunto anche i tetti delle abitazioni di Ovindoli paese. Neve anche a Marsia di Tagliacozzo a quota 1450 metri e nevicata ancora in atto a Pescasseroli nell’area del Parco D’Abruzzo .

Allerta meteo codice arancione-criticità moderata per rischio idrogeologico per temporali è stata diramata nel resto della marsica fino alle 14 di domani. Le zone più colpite dalle precipitazioni saranno: Carseolano, monti Simbruini e Valle Roveto.

 

Continua a leggere

Meteo

Nevica sui monti della Marsica, diramata allerta meteo arancione per temporali

Pubblicato

on

Marsica – Il brusco cambiamento climatico annunciato è arrivato puntuale, come da previsioni, ed ha investito in pieno anche la Marsica. Comincia a nevicare sulle montagne marsicane con fiocchi segnalati a partire dai 1500 metri di quota. In particolare ad Ovindoli, sul Monte Magnola (1900 m) è in atto una nevicata di moderata intensità. Intanto il Centro Funzionale d’Abruzzo ha diramato una nuova allerta meteo per le prossime ore. Dalle 14 di oggi, lunedì 19 novembre, alle 14 di domani, martedì 20 novembre, è previsto codice arancione-criticità moderata, per rischio idrogeologico per temporali che colpiranno in particolare: Carseolano, monti Simbruini, Valle Roveto e Pescasseroli.

Continua a leggere

Attualità

Fasce appese in segno di protesta, Toninelli nega l’incontro programmato ai sindaci

Pubblicato

on

Marsica – Rabbia e delusione fuori al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Dopo una lunga attesa durata tutta la mattina il ministro, Danilo Toninelli, ha negato l’ingresso alla delegazioni dei sindaci di Lazio e Abruzzo nonostante l’incontro fosse programmato da tempo. Un comportamento inaccettabile, hanno commentato all’unanimità i primi cittadini presenti che, in segno di protesta, hanno appeso le fasce tricolore davanti al dicastero sperando in un ripensamento.

Questa mattina la delegazione dei sindaci era tornata a Roma, su appuntamento, in cerca di garanzie circa un congelamento delle tariffe autostradali anche per il 2019. Dopo la sospensione dell’aumento del 12 per cento, imposto dal ministero al concessionario Strada dei Parchi fino alla data del 31 dicembre 2018, i primi cittadini erano tornati per scongiurare nuovi aumenti ed interrogare il ministro su cosa accadrà con certezza alle tariffe di A24 e A25 a partire dal primo gennaio 2019.

Presenti per la Marsica Maria Olimpia Morgante, sindaco di Scurcola Marsicana, Fernando Marzolini, primo cittadino di Rocca di Botte, Velia Nazzarro, sindaco di Carsoli, Mariangela Amiconi, primo cittadino di Magliano de’ Marsi, e il consigliere provinciale Alfonsino Scamolla. C’erano, inoltre, il consigliere comunale dell’Aquila Leonardo Scimia, e una delegazioni di sindaci laziali: Massimiliano Liani (sindaco di Cineto Romano), Settimio Liberati (sindaco di Camerata Nuova), Beniamino Pandolfi (sindaco di Colle di Tora), Francesco Pelliccia (sindaco di Subiaco) e Luciano Romanzi (Presidente della X Comunità Montana dell’Aniene). Un nuovo incontro, hanno fatto sapere, è stato fissato dal ministro per il prossimo 5 dicembre.

Continua a leggere

Attualità

Scuola materna via Cairoli, in arrivo 100mila euro per la riqualificazione energetica

Pubblicato

on

AvezzanoIsolamento termico delle murature esterne e del solaio di copertura e sostituzione degli infissi con elementi nuovi a minore dispersione termica. L’assessore all’edilizia scolastica Chiara Colucci rende noto che è in programma per la prossima estate l’intervento di miglioramento energetico alla scuola materna di via Cairoli “Nennolina”. Lo scorso 7 novembre è stata sottoscritta la convenzione relativa alla concessione da parte della Regione Abruzzo di un contributo a fondo perduto per la riqualificazione energetica della scuola. Il contributo, proveniente dai fondi POR – FESR 2014/2020 è di 100mila euro ed è stato ottenuto a seguito della partecipazione al bando pubblicato dalla Regione Abruzzo, la cui graduatoria è stata approvata a ottobre del 2017. L’intervento consiste in lavori finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio che consentiranno il miglioramento di due classi energetiche, in particolare: realizzazione di un isolamento termico delle murature esterne e del solaio di copertura oltre alla sostituzione degli infissi con elementi nuovi a minore dispersione termica. L’attuazione dell’intervento, data l’impossibilità di operare in concomitanza con le attività didattiche, sarà realizzato l’estate prossima.

Continua a leggere

Attualità

Tagliacozzo ricorda don Gaetano Tantalo con una messa presieduta da monsignor Marini

Pubblicato

on

Tagliacozzo – Anche la comunità religiosa di Tagliacozzo ricorda don Gaetano Tantalo nel 71° anniversario della morte. Oggi, martedì 13 novembre alle 17.00, sarà celebrata nella Chiesa di San Pietro una messa in onore del sacerdote presieduta da monsignor Guido Marini, maestro delle celebrazioni liturgiche del Papa. A Tagliacozzo don Gaetano Tantalo fu parroco per ben 13 anni. Anche Villavallelonga ha ricordato don Gaetano con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo dei Marsi, Pietro Santoro, che si è tenuta domenica scorsa alle 15 nella parrocchia dei Santi Lucio e Nicola.

Continua a leggere

Attualità

Tagliati gli alberi davanti al Castello di Celano, Santilli: erano diventati pericolosi

Pubblicato

on

Celano – Sono stati tagliati per motivi di sicurezza i grandi alberi davanti al castello Piccolomini di Celano. Lo ha annunciato il sindaco Settimio Santilli. Le operazioni di taglio si stanno svolgendo in questi giorni. “Ci si dividerà tra chi li voleva in vita e chi no, e quindi sono pronto alle critiche, ma dopo gli eventi meteorologici dei giorni scorsi, che hanno visto diversi morti in Italia per la caduta di alberi identici a questi, non si poteva più tentennare – ha dichiarato il primo cittadino – Gli alberi erano pericolosi per le persone, per la auto davanti all’area parcheggio del Castello e per le case adiacenti- inoltre, aggiunge – con le loro radici  stavano facendo danni irreparabili alle stesse mura perimetrali. Ne viene fuori tra l’altro una bellezza maestosa del museo più visitato d’Abruzzo, il nostro Castello Piccolomini, mai vista, perché da sempre oscurata. Sui ceppi degli alberi tagliati, a memoria storica, potremmo raffigurare le immagini o gli stemmi dei Conti Berardi e Piccolomini – propone Santilli che aggiunge – Non sarebbe male una riqualificazione globale della piazza davanti il Castello. Vediamo fin dove viene stuzzicata la fantasia dei tecnici o degli studenti” conclude.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com