Altri articoli

Era morto in corsia, il giudice decide che non è colpa dei medici

Francesca Proietti, gip del tribunale di Avezzano, ha deciso: non è un caso di malasanità. Il giudice ha infatti disposto l’archiviazione dell’inchiesta con il relativo proscioglimento dei sei medici coinvolti.

Si tratta di Raniero Di Giovambattista, Francesco Leone, Rinalda Mariani, Paolo Tiburzi, Luigi Rossi e Giancarlo Cerone. La vicenda si riferisce alla morte di un uomo di Roma, M.D.C., avvenuta il 29 luglio 2010.

Il fatto: il paziente fu portato al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano il 14 luglio 2010. Oltre a un malessere diffuso, lamentava difficoltà respiratorie; l’uomo fu quindi trasferito prima nel reparto di rianimazione e successivamente alla clinica L’Immacolata di Celano. Da qui, in seguito, fu riportato ancora in ospedale, dove spirò.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top