Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Entro un mese protocollo d’intesa su orso marsicano


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

«Entro un mese da oggi dovremo giungere alla stipula di un protocollo d’intesa per la tutela dell’orso marsicano tra tutti gli enti e gli organismi preposti. Un’intesa chiara e precisa che non lasci spazio ad ambiguità su responsabilità e competenze». È quanto afferma il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, in una nota diffusa al termine della riunione che si è svolta oggi, presso la sede del ministero dell’Ambiente, sulle azioni da intraprendere per superare la situazione di emergenza causata dagli incidenti di cui sono stati recentemente vittima alcuni esemplari di orso marsicano nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

All’incontro erano presenti i prefetti de L’Aquila, Frosinone e Isernia, il comandante del Noe Vincenzo Paticchio, il Commissario del Parco Giuseppe Rossi, il generale Ciro Lungo del Corpo forestale dello Stato, rappresentanti dell’Ispra e delle regioni Lazio e Molise. Per l’Abruzzo era presente l’assessore al Territorio e Protezione civile Gianfranco Giuliant.   Il ministro Orlando ha disposto che entro un mese si giunga alla stipula del protocollo d’intesa per la tutela dell’orso marsicano, al fine di accelerare al massimo i tempi per l’attuazione degli interventi necessari: «L’allarmante ripetersi di uccisioni di orsi marsicani va affrontato come un fenomeno che purtroppo non va più considerato come occasionale e come tale va affrontato» ha sottolineato. «Quello che serve ora – ha concluso Orlando – è un’azione in tempi rapidi che si basi su alcuni elementi essenziali: un più intenso coordinamento tra gli enti preposti e l’abbandono di inutili sovrapposizioni che lascino il campo a sinergie efficaci. Bisogna integrare le competenze e in parallelo intensificare prevenzione e investigazione».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top