Giudiziaria

Entra in Comune e minaccia di darsi fuoco; fermato giusto a tempo

Entra in Comune ad Avezzano con una bottiglia di benzina e un accendino in mano minacciando di darsi fuoco.

S.F., 50enne residente ad Avezzano, è entrato nell’androne del Comune chiedendo di parlare con qualcuno dell’amministrazione comunale. Un gesto di disperazione dettato, a quanto dichiarato dal 50enne, dalla mancanza di lavoro.

Il maresciallo della Polizia locale, Mariella Crescenzi, lo ha avvicinato ed è riuscita a togliergli di mano la bottiglia e l’accendino, poi sequestrati. Il tutto sotto lo sguardo terrorizzato di altri dipendenti comunali. L’uomo si è poi calmato e si è allontanato da solo.

1 Comment

1 Comment

  1. filippo

    14 maggio 2014 at 11:44

    …… Non mi pare che sia una bella situazione,ormai di simili gesti disperati ed estremi ce ne sono a volontà,i nostri politici cosa rispondono?
    quali soluzioni prospettano? la soluzione ottimale al momento sarebbe quella di una legge immediata per il “reddito di cittadinanza”,che serva comunque anche se in minimo a ridare dignità a chi per colpa di questa assurda crisi non certo voluta dai cittadini,ne stà pagando le nefaste conseguenze.
    Come creare un dignitoso reddito di cittadinanza? molto semplice tagliando a chi ha troppo,nella nostra città ci sono liberi professionisti che arrivano a guadagnare quasi 100 mila euro l’anno,se non forse di piu’ e persone che sono ridotte alla disperazione,stiamo scherzando?
    sotto il punto di vista umano siamo tutti allo stesso livello.
    Ci sono persone che è una vita che stanno facendo sacrifici e chi non li fa affatto,a che titolo questa cosa.
    A cosa serve che si dice che c’è crisi,quando poi non ci si impegna minimamente per trovare la soluzione e si pensa solo ed egoisticamente a se stessi.
    Non condanniamo chi fa gesti estremi o per disperazione è costretto a mettersi in situazioni di illegalità,l’onestà e la correttezza sono alla base del vivere del corretto cittadino,ma a questi deve essere data la possibilità di provvedere al proprio sostentamento e quando si nega questa cosa,significa che la società,non può dichiararsi “democratica”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top