Cronaca e Giudiziaria

Emergenza neve, la situazione

Nevica ormai da molte ore tra Avezzano (chilometro 88) e Pescina (110) sulla A25 e tra Tagliacozzo (61,1) e L’Aquila Est (106,8). E’ stata disposta così la chiusura ai mezzi pesanti tra Castel Madama (Km. 23,9) e Teramo (Km. 158,7) in entrambe le direzioni dalle 04:13 e sulla A25 Torano-Pescara, tra Pescina (110,4) e l’allacciamento dell’A14 (186,2) in entrambe le direzioni dalle 04:15. La fila al casello di Magliano è arrivata fino alla Tiburtina e molti automobilisti marsicani si sono riversati a Valle del Salto pensando di superare il blocco. Anche lì però c’erano file. Si sono accumulati mezzi pesanti sulla A25 Torano-Pescara tra Pescara-Villanova (185,3) e lo svincolo Chieti-Pescara-Raccordo Ch-Pe (177,6) in direzione autostrada Roma-Teramo dalle 5. Difficoltà anche a causa del vento forte sulla A24 Roma-Teramo tra Castel Madama (23,9) e Carsoli-Oricola (50,5) in entrambe le direzioni dalle 07:24.

Treni soppressi sulla linea Pescara-Sulmona. Attivato sulla linea ferroviaria Pescara-Sulmona il piano neve e gelo di Ferrovie dello Stato che prevede una riduzione parziale dell’offerta allo scopo di garantire i collegamenti tra le due località.

Per le prossime 12-24 ore, si prevedono nevicate sull’Abruzzo fino a livello del mare, con accumuli al suolo che risulteranno da deboli a moderati, localmente abbondanti. L’avviso di condizioni meteo avverse emesso dal Dipartimento della Protezione Civile e reso noto dal Comune dell’Aquila. Nell’avviso si segnalano inoltre «venti forti dai quadranti settentrionali, con possibili mareggiate sulle coste esposte».

Le previsioni: il 2014 si chiude nella morsa artica. Tra il robusto anticlone posizionato sull’Europa occidentale e l’area ciclonica che si è spostata dall’Italia verso i Balcani e il Mar Nero si è messo in atto un flusso di correnti da nord-est in grado di convogliare aria gelida di origine artica presente sulla Russia proprio in direzione della nostra Penisola e del Mediterraneo. In questa situazione, come sempre, le regioni più esposte sono quelle del versante adriatico, dove la neve arriverà fin sulle coste.

1 Comment

1 Comment

  1. Vittorio Pascucci

    Vittorio Pascucci

    31 dicembre 2014 at 15:30

    Mo piace

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top