Politica

Elezioni Regionali, SEL Tagliacozzo: no al trasformismo, sì al centro-sinistra

Il Circolo di Tagliacozzo di Sinistra Ecologia Libertà esprime preoccupazione e contrarietà rispetto alle ricostruzioni giornalistiche – peraltro mai smentite in maniera credibile – che riguardano la campagna acquisti intrapresa dal candidato uscito vincitore dalle primarie regionali del centro-sinistra Luciano D’Alfonso, volta a inserire, nelle liste civiche a sostegno della sua candidatura, personaggi pesantemente compromessi con le disastrose gestioni della destra regionale e marsicana. Se tale prospettiva si concretizzasse, assisteremmo a una mutazione sostanziale della natura del patto di coalizione che stava alla base della partecipazione di SEL alle primarie regionali del 10 marzo: non più una coalizione di centro-sinistra aperta alla società civile e a personalità espressione della cultura moderata, ma un vero e proprio allargamento a destra della coalizione stessa, con decine e decine di candidati provenienti dai partiti della destra e addirittura, come si paventa, attuali assessori della Giunta Chiodi.

A questo punto, anche parlare di centro-sinistra sarebbe solo una finzione giornalistica: la coalizione somiglierebbe a un’armata brancaleone, che nulla avrebbe da dire al popolo del centro-sinistra e alla grande maggioranza dei cittadini abruzzesi schiacciati dal peso della crisi e dai tagli operati dalla destra a servizi essenziali come la Sanità pubblica. L’impressione è che in una coalizione come quella che sta costruendo Luciano D’Alfonso, la sinistra, i suoi programmi e i suoi valori difficilmente potranno avere cittadinanza se non come foglia di fico per coprire operazioni opache e difficilmente comprensibili dal nostro popolo. Per quanto ci riguarda, nessuna condivisione è possibile con chi – ad esempio – è stato complice o artefice dell’attacco al sistema pubblico della sanità e in particolare ai piccoli ospedali, attacco in parte sventato solo grazie all’impegno solerte dei comitati civici che sono ricorsi alla giustizia amministrativa, al fianco dei quali – insieme al nostro Consigliere Regionale Franco Caramanico – siamo stati lieti di spendere molte delle nostre energie.

Per questo, esprimiamo pieno sostegno alla linea portata avanti dal nostro Segretario Regionale Tommaso Di Febo che sta chiedendo a gran voce alle altre forze del centro-sinistra e in particolare al Partito Democratico di difendere l’identità e i principi comuni dei progressisti, scongiurando uno scenario che lederebbe in modo grave la stessa dignità dei militanti, degli elettori, delle donne e degli uomini di sinistra e di centro-sinistra che ci chiedono oggi di costruire l’alternativa al malgoverno delle destre, non di offrire scialuppe di salvataggio a personaggi che tutti insieme, come forze democratiche, progressiste e di sinistra saremmo invece chiamati a combattere con la forza delle nostre idee e dei nostri valori.

La segreteria del Circolo di SEL Tagliacozzo

Marco Montelisciani

Angela Paola Alessandrini

Mauro Buoninfante

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top