Cultura

L’eleganza di Ute Lemper incanta il Teatro Dei Marsi

Avezzano –  Erano da poco passate le 21.30 di venerdì, 7 ottobre, quando si è alzato il sipario sulla nuova stagione musicale del Teatro dei Marsi e su una “prima” che ha incantato la platea.  Ospite d’eccezione, per la serata inaugurale della decima rassegna musicale del teatro marsicano, Ute Lemper, cantate ed attrice tedesca la cui voce è tra le più sensuali e riconoscibili all’interno del panorama musicale europeo. Originaria di Munster, la bionda artista, classe 1963, è apparsa da subito in gran forma e, nell’ora e mezza di show a disposizione, ha deliziato i presenti in sala con una prestazione elegante, raffinata e coinvolgente, impreziosita dal suggestivo gioco di luci che per lunghi tratti del concerto ha proiettato la platea in epoche e città diverse.  Ad affiancare l’affascinante cantante tedesca, protagonista di musical come “Cabaret”, “Cats” e “Peter Pan”, il bravissimo pianista tedesco Vaga Gierig ed il bandeonettista Michael Dolak, autori di una performance impeccabile.

Lo show avezzanese, unico previsto in Italia per questo tour autunnale, ha mostrato lo spessore della cantante – attrice ( vincitrice, tra l’altro, di un Laurence Oliver Award come miglior attrice per il musical “Chicago”) che, avvolta da un lungo vestito nero con un nastro rosso legato alla vita, ha profuso sorrisi e sguardi provocanti, seducendo la sala con la classe innata che la contraddistingue. L’esibizione ha assunto una veste più teatrale quando, tra l’esecuzione dei vari pezzi in scaletta,sono state raccontate storie dai tratti poetici e dai connotati romantici, sapientemente narrate alternando l’utilizzo della lingua francese, tedesca ed inglese. Chiudendo gli occhi e lasciandosi trasportare dalla suggestione del momento, la sensazione di trovarsi a passeggiare tra i vicoletti romantici ed intimi di Saint Germain a Parigi era reale, a testimonianza di come l’esibizione di Ute Lemper risulti essere veicolatrice di uno straordinario caleidoscopio di emozioni.

Per una sera, il Teatro dei Marsi è stato protagonista di un viaggio nel tempo che ha permesso di godere della dolcezza della canzone francese di fine Ottocento e inizio Novecento, del trasporto del cabaret tedesco degli anni ‘20 e delle dolci melodie di alcune tra le canzone più romantiche e toccanti del secolo scorso, facendo vivere, non senza un pizzico di nostalgia, le toccanti atmosfere della Belle Epoque. Lunghi e scroscianti applausi accompagnano l’uscita di scena della bellissima artista tedesca che, ne siamo certi, resterà negli occhi, e nelle orecchie, degli spettatori accorsi ancora per molto tempo.

foto per gentile concessione del Teatro Dei Marsi

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top