Giudiziaria

E finì nei guai per un souvenir…

È finito davanti al giudice con l’accusa di aver tenuto con sé le manette d’ordinanza e altri oggetti che utilizzava in servizio. Si tratta di un carabiniere della Piana del Cavaliere. Il militare dovrà difendersi da pesanti accuse avanzate dall’autorità giudiziaria dopo una relazione dei colleghi al momento del suo pensionamento; una possibile aggravante potrebbe infatti essere stata che il militare, contattato sull’argomento, aveva risposto di non essere più in possesso degli oggetti che gli venivano richiesti.

Alla fine del servizio, ogni militare è tenuto a riconsegnare tutto il materiale di equipaggiamento utilizzato negli anni, come bandoliere, spallaccio, buffetterie varie. Nel caso del carabiniere marsicano mancava all’appello un paio di manette, il tesserino personale di riconoscimento e altri oggetti. A quel punto per lui è scattata una denuncia da parte dell’Arma dei carabinieri e alla fine è stato rinviato a giudizio.

Ora si è tenuta la prima udienza davanti al collegio giudicante presieduto da Stefano Venturini, presso il tribunale di Avezzano. La seduta è stata però rinviata.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top