Cronaca e Giudiziaria

Duplice femminicidio Pescina, il 14 giugno fissata la Cassazione

I legali di Veli Selmanaj, l’uomo condannato all’ergastolo per aver ucciso a colpi di pistola la moglie e la figlia fuori un supermercato di Pescina, chiederanno l’annullamento della sentenza della Corte d’Assise d’Appello e un nuovo processo con una perizia per accertare la sua semi infermità mentale. I legali,Antonio Milo e Davide Baldassarre, il 14 giugno si rivolgeranno alla prima sezione penale della Corte di Cassazione. Selmanaj, secondo la sentenza di condanna, oltre all’ergastolo, dovrà pagare una provvisionale di 50mila euro.  Durante il processo, le figlie, difese dall’avvocato Leonardo Casciere, hanno confermato  le angherie e le violenze che erano costrette a subire dal padre. Nel corso del processo è stato ascoltato anche un consulente della difesa che ha parlato di semi infermità mentale a causa di uno stato di depressione. Accusa e parti civili hanno invece sostenuto che non c’era necessità di perizia visto che il killer era lucido al momento del gesto.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top