Cronaca e Giudiziaria

Due ettari sul Salviano per animali selvatici e volatili

La messa a dimora di arbusti autoctoni per garantire l’approvvigionamento dei volatili migratori, la realizzazione di due abbeveratoi, due mangiatoie e un ricovero per  per il recupero delle specie protette degli animali selvatici sono le opere che il comune di Avezzano realizzerà in un terreno di due ettari situato alle spalle del Santuario della Madonna di Pietraquaria. Questa mattina, l’amministrazione comunale Di Pangrazio, ha dato il via ai lavori di riqualificazione dell’area che ospiterà il centro e alla messa in sicurezza della recinzione metallica. Ad occuparsi degli animali selvatici feriti o malati, provenienti dalle montagne abruzzesi, sarà il Corpo Forestale dello Stato. “Il ripristino dell’area è il risultato di un proficuo lavoro di squadra – ha dichiarato il vice sindaco di Avezzano, Ferdinando Boccia – un progetto che sta molto a cuore al sindaco Giovanni Di Pangrazio e all’amministrazione intera, per il quale ringraziamo tutti i soggetti coinvolti. Gli obiettivi sono molteplici e tutti importanti – continua – dalla valorizzazione della montagna del Salviano, simbolo di cultura, religiosità e sport, alla tutela del patrimonio paesaggistico, ambientale e animale, alla creazione di veri e propri percorsi nella natura dalla funziona sociale e didattica”. Stamane erano presenti anche i consiglieri comunali Rocco Di Micco e Gianfranco Gallese, mons. Francesco Tudini della Curia vescovile, l’ing. Enrico De Cristofaro per la Fondazione Carispaq che ha finanziato il progetto stanziando 54 mila euro, la progettista Loredana Compagno, padre Orante D’Agostino, rettore del Santuario e l’associazione promotrice ‘Il Salviano’, presieduta da Roberto Mastrostefano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top