Altri articoli

Festini luchesi: gli inviti partivano all’interno del bar…

Emergono ulteriori particolari sconcertanti nell’ambito degli interrogatori seguiti ai fermi legati all’operazione “Lucus Angitiae“. Gli spacciatori vendevano la cocaina, in grandi quantità, all’interno del locale. Veniva consumata nel bagno e passava per le uscite di sicurezza. «Utilissime», si legge in un’intercettazione, «per fuggire quando arrivano le forze dell’ordine».

Inoltre è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza, per Agostino Taricone, 46 anni, di Trasacco e Maurizio Cocco, detto “Benito”, (49), originario di Lecce nei Marsi e titolare del bar pasticceria “Nuova Angizia”, definita dagli inquirenti la “centrale dello spaccio”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top