Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Abruzzo

Dirigente Provincia, interdizione illegittima


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Il 22 luglio scorso era stato interdetto per un mese dal posto di lavoro perché, secondo l’accusa, stava cercando di confondere le prove circa l’uso corretto delle auto di servizio e su presunti casi di assenteismo. Il Tribunale del Riesame ha però annullato la misura cautelare dell’interdizione dal pubblico ufficio a carico del dirigente della Provincia Tiziano Amorosi. Il tutto era partito da uno stralcio dell’indagine principale, quella che mesi fa aveva portato a indagare funzionari e dipendenti della Provincia per l’uso a fini personali delle auto di servizio. Amorosi, secondo l’accusa, avrebbe creato – con alcune complicità – un falso registro di uscita dei mezzi da esibire agli investigatori. Cosa che gli ha procurato nuove contestazioni (oltre al peculato anche falso e truffa aggravata), nonché il mese di interdizione. Da qui il ricorso dell’avvocato Attilio Cecchini, accolto dal Riesame.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top