Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Abruzzo

Digital divide: in Abruzzo ancora lontana la soluzione


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

L’Abruzzo è una delle Regioni in cui il problema del digital divide rimane un enorme ostacolo per poter godere della velocità di connessione e comunicazione attraverso l’impiego della banda larga. Per il prossimo futuro, inoltre, le prospettive non sono tra le più rosee, nonostante la forte spinta che proviene dall’Europa e l’obbligo per l’Italia di superare entro al fine dell’anno questi stessi ostacoli.

Per avere delle offerte adsl business o per famiglie bisogna ripiegare sui provider che offrono servizi alternativi (come l’adsl senza cavo con il servizio satellitare o con l’installazione dell’antenna), mentre i grandi operatori investono solo laddove ci sono prospettive di mercato e, secondo le loro analisi, la Marsica, in numerose zone, non risponde a questi criteri.

Eppure ci sono situazioni in cui viene data prova del contrario. Un esempio significativo deriva dall’esperienza che si sta consumando nella provincia di Chieti, a Montebello sul Sangro, un Paese di poco più di 100 abitanti, dove si sta lavorando, con successo, per mettere a disposizione un servizio di wi-fi, grazie all’intervento di numerose forze e la possibilità di attingere a ennesimi fondi che vengono finalmente impegnati per il loro vero scopo e non, come spesso è capitato anche alle nostre latitudini, per ingrossare le tasche di scaltri approfittatori.

Difficile infatti mettere da parte il problema dello spreco di risorse, fornite dall’Europa, proprio per permettere all’Abruzzo di superare i problemi di connessione, e da investire esclusivamente nell’estensione della banda larga, ma che sono finite in un meccanismo farraginoso che ben si è prestato a truffe e a forme di “investimento” fasulle o quasi, che non hanno portato a nessun beneficio per gli abruzzesi, e all’ennesimo approdo di documenti in tribunale oltre che al perpetuare di un disservizio che fa considerare l’Abruzzo tra le Regioni meno avanzate in Italia.

Che qualcosa possa cambiare nel prossimo futuro? L’Europa chiama per cominciare a rendere conto sui frutti raccolti con i suoi finanziamenti, e le forze politiche locali devono attivarsi per cercare di realizzare ciò che non è stato fatto fino ad ora. Quale sarà l’esito?

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top