Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Diabete infantile, 5 nuovi casi l’anno nella Marsica

Pubblicato

on

Nella Marsica 5 casi in più l’anno di diabete infantile (0-15 anni) spingono il servizio di Pediatria dell’ospedale di Avezzano a mobilitarsi per sensibilizzare la comunità e alzare il livello di prevenzione. La UOC di Pediatria, diretta attualmente, dalla dr.ssa Antonella Gualtieri, da molti anni ha un ambulatorio dedicato alla cura dei bambini e degli adolescenti affetti da diabete. Questo ambulatorio specialistico è insieme a quello di Chieti, uno dei 2 centri di riferimento in Abruzzo. per questa patologia cronica pediatrica che sempre più interessa bambini molto piccoli. La pediatria e il centro di Diabetologia Pediatrica- che segue attualmente 50 tra bambini e adolescenti colpiti dalla malattia – intende sottolineare l’importanza della prevenzione. in occasione della giornata mondiale del diabete infantile che verrà celebrata domani, venerdì 14 novembre prossimo. Il messaggio dei medici dell’ospedale è sensibilizzare la comunità, i genitori e i medici di famiglia a riconoscere i primi sintomi del diabete infantile prima che il bambino arrivi in ospedale nelle gravi condizioni di cheto acidosi, cioè in stato comatoso, con glicemia altissima e disidratazione. Per evitare l’insorgere della malattia è necessario adottare corretti stili di vita fin dall’ infanzia. La prevenzione e l’informazione, infatti, riducono il forte incremento dei costi sanitari, necessari per le cure. Grazie allo status acquisito di centro di rilevanza regionale, il reparto di Avezzano è in grado di offrire un’assistenza molto qualificata a bambini e adolescenti della Marsica e più in generale del territorio Asl1; in dell’ efficienza dei servizi i genitori dei bimbi non hanno la necessità di andare fuori regione per farli curare al meglio, evitando così disagi negli spostamenti e costi familiari. Per patologie endocrino-metaboliche ogni anno l’attività ambulatoriale dell’unità operativa complessa effettua circa 1.000 prestazioni, operando a 360 gradi sulla prevenzione e la terapia diabete infantile, obesità e altre patologie come il difetto dell’ormone della crescita, per cui è riconosciuto come centro prescrittore.
“Curare il bambino con diabete è molto complesso”, dichiara la dr.ssa Gualtieri, “perché bisogna dare alla famiglia l’educazione terapeutica adeguata per assicurare al proprio figlio, ogni giorno, la somministrazione dell’insulina”
Per rispondere a queste esigenze, il servizio dispone di un team che comprende, oltre al pediatra-diabetologo, un’infermiera con competenza specifica, la psicologa e la dietista. I medici del reparto operano in stretta collaborazione con la locale associazione giovani diabetici (AGD di Avezzano), che fa parte di una Rete Nazionale che raccoglie quasi tutte le Diabetologie Pediatriche Italiane. Un impegno costante per contrastare una patologia che purtroppo nella Marsica, così come a livello nazionale, è in costante aumento e con aspetti nuovi e molto preoccupanti, emersi negli ultimi anni.
“Infatti, il diabete di tipo infantile più frequente (diabete tipo 1 insulino privo)”, aggiunge la Gualtieri, “è quello autoimmune, legato a cause genetiche, ossia a una particolare predisposizione familiare e che può manifestarsi associato ad altre malattie autoimmuni, tipo la celiachia, ossia la malattia da glutine,la tiroidite , la psoriasi presenti a volte isolate in altri membri della famiglia. Recentemente”, prosegue la dr.ssa Gualtieri, “si è registrato, anche in età infantile, un dato preoccupante, cioè la comparsa e il progressivo aumento, del diabete di tipo 2, prima esclusivo appannaggio dell’adulto”
Intanto, domenica prossima, 16 novembre, gli operatori di pediatria saranno presenti ad Avezzano, in piazza Risorgimento, insieme al Comune e all’associazione giovani diabetici per sensibilizzare ancora la collettività sulla prevenzione. Una manifestazione a cui parteciperanno, oltre ai malati-baby, anche i pazienti adulti.

Cronaca e Giudiziaria

Si apre il processo “Capogna”: 26 rinviati a giudizio tra imprenditori e politici marsicani

Pubblicato

on

Avezzano – Si aprirà il 10 ottobre 2019 davanti al Collegio del Tribunale di Avezzano il processo che ha visto 26 persone, tra imprenditori e politici marsicani, coinvolte in un presunto giro di tangenti in materia di appalti pubblici in vari comuni della Marsica e accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d’asta, estorsione, concussione, falso, riciclaggio, usura e responsabilità amministrativa del legale rappresentate della società in relazione al reato della corruzione [Leggi qui]. Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Avezzano, infatti, ha rinviato a giudizio a vario titolo Bianchini Maurizio, Mariano Santomaggio, Salvatore Manfredo, D’Aurelio Federico, Salucci Angelo, Babusci Luigi, Di Cesare Martorano, Del Corvo Gianluca, Dominici Luca, Di Stefano Francesco, Tonelli Claudio, Manzoni Luca, Piccone Filippo, Gatti Mario,  Ciaccia Luigi, Quaglieri Paola, Marcelli Francesco Maria, Buccitti Fabio, Paolini Danilo, Santomaggio Mariano, Aureli Mario, Di Cesare Martorano, Tonelli Claudio, Palumbo Domenico, De Angelis Corrado, Del Corvo Gianluca. Per alcuni degli imputati che compariranno davanti al collegio il gup ha archiviato alcune accuse mosse dagli inquirenti.

Prosciolti dalle accuse, invece, Quaglieri Mario, Ermanno Bonaldi, Pignanacci Guido, Elio Morgante, Cesidio Piperni, Giampiero Attili, Aurelio Maurizi per intervenuta prescrizione; Frigioni Vittoriano e Venditti Paolo prosciolti nel merito dalle accuse.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Incendio provoca l’esplosione di una bombola di gas, paura a Celano

Pubblicato

on

Celano – Due squadre dei vigili del fuoco di Avezzano stanno operando in un’abitazione del “Rione Crocifisso” a Celano interessata dallo scoppio di una bombola di gas. L’esplosione sarebbe avvenuta a causa di un incendio divampato in un magazzino annesso dove erano custodite diverse bombole di gpl. Fortunatamente solo una di esse è esplosa, ma senza provocare gravi danni. Il forte boato causato dalla deflagrazione è stato avvertito da molti residenti.

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Raffica di incidenti alle “curve di San Vincenzo”: mamma e bimba si ribaltano, l’assessore Angelucci sfonda il guardrail

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Raffica di incidenti stradali sulla Strada provinciale 22 nel tratto noto come le “curve di San Vincenzo”. Un’auto con a bordo una giovane mamma e la sua bambina si è ribaltata, probabilmente a causa del ghiaccio. E’ accaduto ieri, intorno alle 13. A bordo della Fiat Panda c’erano una giovane donna di Luco dei Marsi e la sua bimba di soli quattro anni, rimaste illese nonostante i danni ingenti riportati dall’auto. Mezz’ora prima nello stesso punto una Picasso grigia è uscita fuori strada sfondando il guardrail e restando in equilibrio sulla vegetazione verso la sottostante Circonfucense. Alla guida dell’auto l’assessore del comune di Luco dei Marsi, Valentina Angelucci, candidata alle elezioni regionali, che nell’incidente ha riportato lievi traumi ed è stata medicata al pronto soccorso di Avezzano.

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ordigno inesploso rinvenuto ad Avezzano, artificieri sul posto

Pubblicato

on

Avezzano – I vigili del fuoco di Avezzano sono intervenuti in seguito ad una segnalazione per la presenza di un ordigno esplosivo, di cui si sta verificando la natura, rinvenuto nel pomeriggio di oggi nella zona nord di Avezzano. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza la zona. Secondo i primi accertamenti potrebbe trattarsi di un fuoco pirotecnico di grande potenza inesploso. Sul posto anche carabinieri della locale stazione e gli artificieri della polizia.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Aperta un’inchiesta sulla morte di Antonello Ferreri

Pubblicato

on

PescasseroliAntonello Ferreri, giovane chef di 35 anni, originario di Avezzano è morto in circostanze ancora tutte da chiarire, tanto che la Procura del Tribunale di Sulmona ha aperto un’inchiesta. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della compagnia di Castel di Sangro.

Lo hanno trovato, questa mattina, riverso sulle scale dell’Hotel di Pescasseroli dove lavorava da qualche mese. Sono due al momento le ipotesi al vaglio degli inquirenti: il giovane chef potrebbe aver perso la vita per un improvviso malore che sarebbe risultato fatale, provocando la caduta, oppure la morte potrebbe essere subentrata dopo un incidente. Dubbi che dovranno essere chiariti dall’autopsia già disposta e che sarà affidata al medico legale già domani mattina. A ritrovare il corpo esamine del giovane cuoco sarebbe stato un collega che ha lanciato subito l’allarme e ha allertato i soccorsi. A constatare il decesso sono stati prima i sanitari del 118, e poi il medico legale fatto intervenire dai carabinieri per la prima ispezione cadaverica.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Tenta di scippare una mamma con bambino alla stazione, arrestato un marocchino

Pubblicato

on

AvezzanoTentato scippo alla stazione ferroviaria di Avezzano ai danni di una mamma che aveva con sé il figlio minorenne. Per questo ieri sera gli agenti del Commissariato di Avezzano hanno arrestato un cittadino di nazionalità marocchina, già noto alle Forze di Polizia in quanto sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma per reati contro il patrimonio e la persona. L’extracomunitario ha tentato di impossessarsi della borsa della donna, ma senza riuscirci grazie alla pronta reazione del compagno. A casa del marocchino gli agenti hanno trovato circa 30 grammi di droga tra hashish e marijuana. L’arrestato è stato condotto presso il carcere di Avezzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Anche qualche giorno fa una donna era stata scippata sempre in zona stazione, in quell’occasione il consigliere comunale Francesco Eligi aveva inseguito il ladro che, braccato, ha abbandonato la borsa [Leggi qui].

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Muore dopo 36 ore al pronto soccorso, vittima il gestore del bar dell’INPS

Pubblicato

on

Avezzano – É morto dopo essere rimasto in osservazione per quasi due giorni al pronto soccorso, dove si era recato per un malessere. Il tragico finale ha visto vittima un sessantaquattrenne luchese, Mino Porcelli, molto conosciuto in paese e ad Avezzano, dove gestiva il bar presente nella struttura dell’INPS.

Il calvario dell’uomo è iniziato giovedì scorso quando ha accusato un malore. Giunto all’ospedale del capoluogo marsicano, era stato visitato e sottoposto a delle analisi; i medici ne avevano disposto la permanenza nelle sale del pronto soccorso, sotto osservazione. Secondo una prima ricostruzione, le condizioni dell’uomo erano andate degradandosi nel corso delle ore, con un nuovo episodio critico nella serata di ieri, venerdì 4 gennaio. Il decesso dell’uomo è avvenuto nella mattinata di oggi. I familiari hanno presentato denuncia e la Procura ha avviato le indagini, disponendo l’autopsia sul corpo dell’uomo. Mino Porcelli lascia la moglie, un figlio e una figlia.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com