Politica

Avezzano, Di Pangrazio: “Dal governo finanziaria ad hoc su emergenza sisma”

“Oggi più che mai il mio pensiero va ai nostri ragazzi nel loro primo giorno di scuola in occasione del nuovo anno – dichiara il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio – stiamo lavorando senza sosta per rendere le scuole dei luoghi efficienti sotto ogni punto di vista. Gli istituti scolastici che hanno riaperto sono quelli che potevano farlo e la scelta nasce dalle verifiche e dagli studi tecnici che l’amministrazione ha commissionato in tempi non sospetti e che trova conferma negli ultimi dati”.

“Avezzano è tra i comuni più avanti in termini di interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici nella Marsica e in tutto l’Abruzzo. Lo testimoniano gli oltre 22 milioni di euro con i quali abbiamo dato vita ad un progetto senza precedenti che prosegue spedito dal 2014, anno in cui furono trasferite le somme previste, portando così alla riconsegna di due scuole nuove, alle quali, entro il 2016, se ne aggiungeranno altre tre; per ulteriori tre scuole c’è la procedura di gara in corso, per altre due scuole i progetti sono in fase di approvazione”.

“Con le famiglie, noi sindaci condividiamo lo stesso stato d’animo – spiega – quello che può fare un sindaco, però, è rispettare la normativa che prevede la tenuta in esercizio degli edifici che superano specifici parametri di legge. La questione è talmente complessa che non può essere lasciata solo ai sindaci. Noi non abbiamo la possibilità di operare in stato di emergenza e con le celeri tempistiche che consente l’urgenza, ed è per questo che abbiamo bisogno di un segnale forte che venga dal Governo centrale. Penso di parlare a nome di tutti sindaci chiedendo che da Roma, l’Esecutivo dia priorità alla creazione di una finanziaria speciale  dedicata alla questione dell’emergenza sismica. Come sindaci abbiamo un ruolo nevralgico, ma da soli non siamo determinanti. Per questo, propongo che da Avezzano parta un grido d’aiuto su una problematica che deve trovare una soluzione condivisa in grado di abbracciare l’Italia intera”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top