Giudiziaria

Di Marco Testa: “Corpo recuperato era a 100 metri”

«Il corpo appena recuperato era distante 100 metri circa dal luogo dove si presume ci sia stata la prima deflagrazione. Ora si sta effettuando il recupero del secondo corpo che è quello che si trovava sotto una pesante trave di cemento armato. A quanto mi hanno detto gli inquirenti, sotto quelle macerie sarebbero stati individuati i resti di una terza vittima». Lo ha detto il sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa, confermando le tre vittime dello scoppio di ieri. Il sindaco come responsabile per Tagliacozzo della Legge Seveso ha confermato che nei mesi scorsi la ditta Paolelli aveva chiesto la possibilità di uno stoccaggio superiore di polvere pirica, il piano sarebbe stato predisposto ma non era ancora diventato operativo.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top