Prima Notizia

Depuratore Avezzano; D’Alfonso, serve subito intesa

Avezzano-Cam e Arap «trovino subito l’intesa» sulla gestione del depuratore di Avezzano. Così il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, in merito alla controversia tra i due Enti. La Regione – si legge in una nota – propone una mediazione tra i due enti coinvolti per arrivare a garantire un servizio efficiente al cittadino e «chiede ad ognuno di formulare una proposta per la gestione del servizio idrico integrato che possa ragionevolmente portare ad una soluzione definitiva del problema, eviti contrapposizioni sterili e garantisca interscambiabilità delle risorse necessarie». Gli enti preposti sono Cam e Arap «chiamati in causa in seguito ai ripetuti sversamenti di liquami fognari con allagamento di campi coltivati, aree private e pertinenze artigianali, verificatisi nei mesi scorsi». I rappresentanti dei due enti sono stati convocati oggi, a Palazzo Silone, all’Aquila dal Presidente D’Alfonso alla presenza dell’assessore all’Ambiente, Crescenzo Presutti. Spetterà al segretario Claudio Ruffini per conto della Presidenza gestire nelle prossime settimane i rapporti e le soluzioni prospettate dai due enti per una definizione rapida della controversia. Il Comune chiede alla Regione di intervenire sollecitamente per attribuire all’ ‘Ato 2 marsicano tutto il servizio idrico integrato offrendo così la possibilità di una gestione corretta, razionale, efficiente ed oculata della risorsa idrica. In questo modo secondo l’amministrazione comunale si eviterebbe di assistere ad un continuo e fastidioso rimpallo di responsabilità con la garanzia di adeguati livelli di qualità. «La Regione – ha detto D’Alfonso – ha a cuore l’ adeguamento, il miglioramento e la razionalizzazione del servizio di depurazione al fine di conseguire il migliore utilizzo delle strutture esistenti. Per questo è necessario giungere ad una intesa comune di cui la Regione si fa garante per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia dei cittadini».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top