Giudiziaria

Delitto del pozzo, l’omicida trasferito in carcere

Finirà di scontare la pena in carcere Hammadi El Ghiabi, il 30enne marocchino reoconfesso accusato di omicidio volontario. Dopo una lite, nata per un debito non saldato, il 14 dicembre 2011 a Strada 37, El Ghiabi colpì e uccise con una grossa pietra il connazionale Abdelhadi Lem Saadi abbandonandone poi il corpo in un pozzo per l’irrigazione. Dopo quattro anni scontati agli arresti domiciliari a Trasacco, ieri l’uomo è stato raggiunto da un ordine di misura cautelare in carcere dove finirà di scontare la pena.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top