Abruzzo

Decreto inceneritori, governo accoglie proposta Abruzzo: sinergia con il Molise

Ieri, giovedì 4 febbraio, si è svolta una seduta della ‘Conferenza delle Regioni’ sull’Individuazione della capacità complessiva di trattamento degli impianti d’incenerimento di rifiuti urbani e assimilabili in esercizio o autorizzati a livello nazionale, meglio noto come “Decreto Inceneritori”. In tale occasione la regione Abruzzo, rappresentata dal sottosegretario alla presidenza regionale con delega all’Ambiente Mario Mazzocca e dal vice presidente Giovanni Lolli, ha ribadito il proprio parere negativo sul decreto.

“La nostra posizione di dissenso – spiega Mazzocca – dalla previsione localizzativa di un Impianto di incenerimento di rifiuti urbani e assimilabili proprio in Abruzzo, da me già evidenziata al Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti quale metro del neoinsediato ‘Comitato Istituzionale per la Qualità dell’Aria’, è basata su considerazioni oggettive effettuate dagli uffici regionali che stridono con le valutazioni effettuate dal Governo, generate da dati tecnici non perfettamente collimanti con quelli a nostra disposizione”.

“Pur tuttavia – continua Mazzocca – analizzando nel dettaglio il tema specifico della capacità complessiva di trattamento degli impianti di incenerimento di rifiuti urbani con il collega molisano l’Assessore all’Ambiente Vittorino Facciolla, abbiamo ragionato su di una proposta condivisa e che vede le Regioni Abruzzo e Molise lavorare in stretta sinergia. L’idea – spiega Mazzocca – riguarda la possibilità di utilizzare l’attuale capacità del termovalorizzatore attivo in Molise, che potrebbe accogliere le idonee e necessarie frazioni di rifiuto di entrambe le regioni”.

“Al fine di superare le criticità evidenziate anche da altre regioni (Marche, Umbria e Campania), il Presidente della Conferenza Stefano Bonaccini ha cercato una mediazione con il Governo, che in sede di Conferenza Stato-Regioni ha accolto i due emendamenti decisivi, quali il riconoscimento della valenza delle pianificazioni regionali e la possibilità di stipulare accordi interregionali. Manifestiamo – conclude Mazzocca – il nostro apprezzamento per la condivisione della soluzione trovata. Con il Molise inizieremo presto a studiare i dettagli della proposta al fine di renderla praticabile”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top