Connect with us

Senza categoria

De Angelis, Finanziamenti per il sociale

Pubblicato

on

Avezzano – E’ stato presentato questa mattina presso la sala consiliare del comune di Avezzano il progetto “INCLUSIONE ATTIVA”, approvato dalla Regione Abruzzo, che vede protagonisti gli Ambiti Distrettuali Sociali del Comune di Avezzano e della Comunità Montana Montagna Marsicana.

Il progetto è stato sviluppato dalla SGI Società Cooperativa ed agenzia formativa regionale, in collaborazione con altri enti di formazione e orientamento del territorio marsicano: Ambecò Società Cooperativa, Formabruzzo srl, Afes, Associazione Territorio & Sviluppo, Associazione I Girasoli, Prometeo Cooperativa Sociale, Lybra Cooperativa Sociale, Confcommercio Avezzano.
Erano presenti all’incontro il sindaco Gabriele De Angelis, l’assessore al Sociale Angela Salvatore, l’assessore alle attività produttive Guido Gatti, il direttore della SGI Simonetta Campana, la dirigente alle Politiche Sociali Maria Laura Ottavi, i rappresentanti delle associazioni di categoria, i sindacat
i e diversi cittadini interessati all’iniziativa.  Il progetto, finanziato per un totale di 450mila euro, ha come obiettivo quello di fornire alle persone in carico ai Servizi Sociali l’opportunità di uscire da una condizione di fragilità sociale attraverso un percorso di inserimento lavorativo. Il progetto prevedeva inizialmente l’attivazione di 66 Tirocini, 33 per ogni Ambito Distrettuale Sociale. Con lo stanziamento di ulteriori 150mila euro da parte del comune di Avezzano, derivati da un taglio effettuato alle spese destinate allo staff del sindaco dalla precedente amministrazione, sono stati finanziati ulteriori 40 tirocini. I tirocini, che avranno la durata di 6 mesi, saranno attivati presso le aziende del territorio e prevedono un’indennità mensile massima di euro 600. Tutti i rappresentanti delle associazioni presenti, complimentandosi con il sindaco per l’iniziativa che darà spazio alle categorie sociali più deboli, hanno ribadito la loro massima collaborazione per attuare un’azione tesa a sensibilizzare ed individuare le aziende del territorio disponibili ad ospitare i tirocinanti. “Lo scopo”, ha dichiarato il sindaco Gabriele De Angelis, “è quello di formare dei lavoratori, che poi si auspica possano rimanere attivi nel settore. Anche per questo è importante che ad assorbire i tirocinanti siano piccole e medie realtà imprenditoriali”. Il 20 di agosto, con scadenza il 20 settembre, sarà pubblicato on line sul sito degli enti d’ambito (Comune di Avezzano e Comunità Montana Montagna Marsicana) il Bando di selezione per l’individuazione dei beneficiari. Una grande opportunità per dare di nuovo speranza a chi ha difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro – ha concluso il sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis – augurando a tutti coloro che beneficeranno dell’intervento un positivo reinserimento nella realtà produttiva.”

Senza categoria

Lotta al femminicidio: a Pescasseroli arriva la panchina rossa, tante le iniziative in programma

Pubblicato

on

Pescasseroli – Pescasseroli aderisce alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel dicembre 1999. L’evento nasce da un’idea dell’Associazione Culturale Commercianti Centro Storico e diventa concreto grazie alla collaborazione con il Comune di Pescasseroli, Pescasseroli è W e la Parrocchia SS. Pietro e Paolo. La mattina del 25 novembre 2018 sarà inaugurata, presso piazza S. Antonio, una panchina rossa, dedicata a tutte le vittime di femminicidio e grazie alla collaborazione con l’Associazione Girasoli di Avezzano e l’Associazione Opera Santa Maria della pace, dalle 9.30 alle 12.30, presso il Presidio Sanitario di Pescasseroli, verrà offerta la possibilità di fare una visita ginecologica gratuita alle donne che ne faranno richiesta, presentandosi la mattina stessa presso la struttura stessa. Alle 16.30 presso il cinema “Ettore Scola” si terrà il convegno “Urla nel Silenzio”, sul tema della violenza di genere. Parteciperanno la Dottoressa Daniela Senese, psicoterapeuta e responsabile del centro antiviolenza e casa rifugio “La casa delle donne della Marsica”, Stefania Bucarelli, autrice e interprete del monologo “sono nata sola” e il musicista Andres Venni che le farà da sottofondo. Tra gli ospiti del convegno anche il regista Adelmo Togliani e l’attrice Maria Guerriero, che porteranno in sala lo short movie “Ciao Nina”, presentato alla 74° edizione del Festival del Cinema di Venezia Moderatricie dell’evento sarà la giornalista Orietta Spera. La facciata del Comune di Pescasseroli e quella dell’Abbazia SS. Pietro e Paolo, per l’occasione, saranno illuminate di rosso e il paese sarà invaso da fiocchi rossi, realizzati dagli studenti dell’istituto comprensivo Benedetto Croce. Gli stessi studenti parteciperanno all’inaugurazione della panchina rossa con un fiocchetto rosso legato a un dito, per ribadire il concetto che la donna non si sfiora “Neanche con un dito”.

Continua a leggere

Senza categoria

Aumentano le malattie del sangue nella Marsica: allo studio l’uso dei pesticidi nel Fucino

Pubblicato

on

Avezzano – Un attento monitoraggio tra insorgenza di patologie del sangue e uso di prodotti in agricoltura, tra cui i pesticidi. Il servizio di ematologia dell’ospedale di Avezzano negli ultimi mesi ha acceso i riflettori sulla questione. L’obiettivo è capire se l’aumento delle emopatie (malattie del sangue) possa essere riconducibile, almeno in parte, all’impiego di sostanze nella coltivazione dei prodotti nella piana del Fucino. Un lavoro di accertamento, ai fini della prevenzione, condotto tra i 230 pazienti con emopatie (per lo più croniche) seguiti attualmente dal reparto. “Nessun allarmismo”, dichiara il dr. Benedetto Ronci, da pochi mesi alla guida del servizio ematologia dell’ospedale avezzanese, “ma solo un esame puntuale di alcune dinamiche che si possono cogliere dai dati a nostra disposizione. L’obiettivo è fare diagnosi accurate, assicurare una terapia adeguata e fare prevenzione, individuando eventualmente quei fattori, anche ambientali, che la letteratura scientifica correla con l’incidenza di alcune emopatie”. L’arrivo al servizio di ematologia di Ronci, proveniente dall’ospedale San Giovanni di Roma e con una lunga esperienza professionale alle spalle, ha dato il via a una nuova impostazione di tutto il servizio. Un diverso approccio rispetto al passato che riguarda, in particolare, la possibilità di trattare alcune malattie del sangue a livello ambulatoriale, senza cioè ricoverare il paziente, cogliendo così un duplice vantaggio: meno stress e disagio del malato e più posti letto disponibili da riservare a casi gravi. Ciò è possibile grazie alla disponibilità di farmaci innovativi che offrono possibilità di praticare terapie con modalità diverse. Negli ultimi mesi, tra l’altro, il lavoro all’interno di ematologia ha registrato un’impennata in termini di numero di visite in ambulatorio: 20 al giorno per un totale di circa 500 al mese. Nel frattempo, al fine di migliorare ancora le prestazioni, Ronci ha avviato una serie di incontri con i medici di famiglia del territorio per stabilire con loro una fattiva collaborazione. “L’intento”, afferma Ronci, “è assicurare una priorità ai casi più gravi, indirizzandoli ai nostri ambulatori in maniera tale da trattarli in modo efficace e tempestivo. In questo modo potremo operare dando la giusta risposta ai singoli casi, a seconda delle diverse esigenze”. Novità, rispetto al passato, anche per i controlli successivi a cui deve sottoporsi il paziente, che vengono ora decisi dallo stesso ematologo senza fare altri passaggi burocratici che possono rallentare il percorso di assistenza del malato. Ad Avezzano Ronci ha trovato, per sua ammissione, uno staff di infermieri tecnicamente molto validi e affiatati che lavorano con spirito di gruppo.

Continua a leggere

Senza categoria

Stella di bronzo al merito sportivo per il Centro Taekwondo di Celano

Pubblicato

on

CelanoStella di Bronzo al merito sportivo per il Centro Taekwondo Celano dei Maestri Ennio e Calvino Cotturone. La scalata dei podi nazionali non si arresta con un doppio piazzamento al XVIII Campionato Interregionale D’Abruzzo nella classifica generale finale delle società partecipanti. La gara si è svolta lo scorso 3 Novembre al palazzetto dello Sport di Celano ed ha visto la partecipazione di atleti e società sportive provenienti da tutta Italia. Nella mattinata si sono sfidati le categorie esordienti, nel pomeriggio invece hanno combattuto le categorie cadetti e juniores. Per la società celanese un successo in entrambi le categorie. Con un bottino di ben 12 medaglie d’Oro, 4 Argento e 3 Bronzo ha conquistato il secondo piazzamento nella classifica finale delle società sia nella categoria esordienti che nella categoria cadetti e juniores.
Medaglie d’oro per: Gabriele Evangelista, Cristian della Rocca, Tomas Della Rocca, Gianpaolo Toselli, Vittoriano Tirabassi, Mario Ciccarelli, Luigi Fegatilli, Giovanni Luccitti, Andrea Di Renzo, Assunta Finanza, Ivana Ciccarelli, Serena Tirabassi.
Medaglie d’argento per: Vincenzo Di Renzo, Sara Cavasinni, Anastasia D’Ovidio, Francesco Scamolla.
Medaglie di bronzo per: Valeria Cavasinni, Mattia Venditti, Nicolas Esposito.
“I ripetuti successi in trenta anni di ininterrotta attività – afferma il maestro Calvino Cotturone sono merito dell’impegno dei ragazzi, di allenamenti mirati per la loro crescita agonistica, ma anche dell’organizzazione societaria che ha fatto la storia del taekwondo abruzzese e vede primeggiare i propri atleti anche in campo internazionale”.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Vertenza Santa Croce, legali ex dipendenti: in attesa di stipendi, ferie e permessi non goduti

Pubblicato

on

Canistro – I legali degli ex dipendenti della Società Santa Croce Spa, ,  intervengono “in relazione al comunicato della società Santa Croce, apparso sugli organi di stampa e su altri mezzi di informazione domenica 11 novembre scorso, con il quale è stato annunciato il pagamento del t.f.r. in favore degli ex dipendenti, si deve rappresentare che il pagamento è stato eseguito dalla società solo a seguito delle procedure esecutive intraprese dinanzi al Tribunale di Roma nel mese di aprile scorso. Non si tratta pertanto di un adempimento “spontaneo” – dichiarano gli avvocati – bensì determinato dall’azione esecutiva giudiziaria degli ex dipendenti, resasi necessaria proprio a causa dell’inadempimento dell’ingiunzione emessa dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Avezzano a carico della Santa Croce. Le somme pagate – aggiungono – costituiscono solo una parte delle rivendicazioni dei lavoratori, per le altre spettanze retributive vantate, è in corso un procedimento presso il Tribunale di Avezzano, nel quale, la società Santa Croce, infondatamente, si oppone al pagamento, a causa anche di presunti danni subiti nel corso delle legittime manifestazioni dei lavoratori, durante lo sciopero effettuato sul finire del 2016. I lavoratori da noi rappresentati e le loro famiglie, attendono ancora che venga affermato il loro diritto a vedersi pagati stipendi arretrati, ferie e permessi non goduti, e, soprattutto, ad una dignitosa ricollocazione lavorativa, a circa due anni dal licenziamento ad opera della Santa Croce Srl” concludono.

Continua a leggere

Senza categoria

Bufera sul comune di Capistrello: i nomi degli indagati e i dettagli dell’operazione

Pubblicato

on

Capistrello – Il giudice per le indagini preliminari Maria Proia, su richiesta del pubblico ministero, ha disposto le misure cautelari nei confronti di: Ciciotti Francesco sindaco di Capistrello; Di Giacomo Corrado ex consigliere comunale; Di Felice Romeo tecnico comunale; Stati Francesca architetto progettista dei lavori di ristrutturazione del municipio; Fantozzi Concezio della Edilfans sas; Coviello Mattia geometra di Avezzano; Vaccaro Francesco tecnico di Massa D’Albe; Benedetti Alfredo architetto di Roma progettista e direttore dei lavori della piazza Caduti sul Lavoro; Basilico Antonio di Melfi e legale rappresentante della Del Prete srl; De Meis Annalisa giornalista pubblicista e addetto stampa del comune; Pollicelli Angela architetto libero professionista e progettista dei marciapiedi; Moscato Maurizio libero professionista di Latina e progettista dei lavori della scuola media Sabin; Spadafora Franco di Roma e socio di Moscato e Persia Luca ingegnere e responsabile sicurezza lavori piazza Risorgimento. In particolare è stato emesso provvedimento cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del Sindaco, dell’ex consigliere comunale e del responsabile dell’area tecnica. Inoltre è stata disposta la sospensione dall’esercizio delle attività professionali, per la durata di mesi 12, nei confronti di 7 persone, tra i quali professionisti ed imprenditori locali e delle province di Roma, Firenze e Potenza. Infine per ulteriori tre indagati (responsabile dell’Ufficio Amministrativo, responsabile dell’Area Tecnica ed un impiegato dell’Ufficio Tecnico), si procederà all’interrogatorio di garanzia prima di applicare nei loro confronti la misura richiesta della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio.

I reati contestati, a vario titolo, agli indagati sono; concussione, corruzione, turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, truffa aggravata e falsità ideologica commessa dal p.u. in atti pubblici.

L’indagine, condotta dai carabinieri di Tagliacozzo guidati dal capitano Silvia Gobbini, trae origine dalle dichiarazioni di Francesco Bisegna, presidente del consiglio comunale di Capistrello, dopo le sue dimissioni rassegnate il 18 marzo scorso. Bisegna ha denunciato gravi  irregolarità nella gestione comunale che hanno riguardato “gli affidamenti diretti previsti per i contratti al di sotto dei 40 mila euro, nonché sulla gestione dei lavori pubblici e sulle assunzioni di personale tecnico specializzato”. Decisive anche le dichiarazioni rese da Lusi Marco della “Lusi Costruzioni srl” e Bucci Dario, dipendente comunale. Oltre alle dichiarazioni l’attività di indagine è stata supportata da intercettazioni telefoniche e ambientali. Le indagini riguardano appalti pubblici e lavori eseguiti nella casa comunale, in piazza caduti sul Lavoro, piazza Fontevecchia,  piazza Risorgimento, la scuola media Sabin, e il cimitero comunale. “Appare evidente, dal quadro probatorio che si è venuto a delineare, che il Sindaco e il suo fedele consigliere Di Giacomo Corrado si siano attivati per favorire il conferimento dell’incarico a persone legate alla loro cerchia di amici e conoscenti”. Le indagini hanno permesso di accendere un focus sull’operato degli amministratori comunali del Comune di Capistrello facendo emergere gravi irregolarità correlate ad una mala gestio della res publica nell’affidamento di incarichi e servizi pubblici, in quanto venivano sistematicamente violate le norme di trasparenza ed imparzialità per soddisfare interessi privati, con il risultato di realizzare un vero e proprio mercimonio della funzione pubblica. L’attività investigativa ha dato modo di disvelare un  quadro d’insieme in cui amministratori pubblici, nominati a garanzia e tutela degli interessi della collettività, hanno piegato la funzione pubblica a meri interessi privati. In particolare, è stato accertato come il Sindaco del Comune di Capistrello, ed i responsabili dell’aree tecnica ed amministrativa, abbiano agevolato ed indirizzato, in favore di imprenditori e professionisti compiacenti, l’affidamento di diversi lavori pubblici per la progettazione, ristrutturazione e riqualificazione di beni comunali (tra cui il Palazzo Municipale, scuole comunali, riqualificazione viaria ed il cimitero nuovo). Nell’ambito delle investigazioni è stato altresì documentato che: il bando per la nomina a tempo determinato di un responsabile a cui affidare il settore dei lavori pubblici è stato pilotato per favorire l’assunzione di un professionista vicino all’amministrazione in carica; i pubblici amministratori indagati hanno posto in essere una procedura illegittima per la proroga degli affidamenti, ad alcune cooperative sociali, dei servizi di pubblico interesse.

Continua a leggere

Senza categoria

Emergenza idrica Piana del Cavaliere, conferenza di servizi per la realizzazione del campo pozzi

Pubblicato

on

Carsoli – Una conferenza di servizi si è svolta ieri mattina al comune di Carsoli al fine di definire il cronoprogramma per la realizzazione del campo pozzi che andrà a servire tutti i comuni della Piana del Cavaliere. Un’opera importante che avrà lo scopo di risolvere definitivamente il problema dell’emergenza idrica del territorio. Erano presenti il primo cittadino di Carsoli, Velia Nazzarro, i rappresentanti del Cam, Armando Floris e Alessandro Pierleoni e il Direttore dell’Ato. Il prossimo incontro è previsto per il 28 novembre.

Continua a leggere

Senza categoria

Orsi annegati, CAI Coppo dell’Orso-Vallelonga: inaccettabile, pronti a costituirci parte civile

Pubblicato

on

Villavallelonga“Se la morte di due orsi, nel 2012, nella cisterna maledetta, nel versante sud di Monte Breccioso, in località “Le fossette”, nel comune di Villavallelonga, nella Zona di Protezione Esterna del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, poteva essere considerato un campanello d’allarme, la morte di altri tre orsi nella medesima cisterna, qualche giorno fa, rappresenta un atto d’accusa nei confronti di tutti coloro che avrebbero dovuto mettere riparo a quella situazione e che non lo hanno fatto. Si è trattato di un fallimento per tutti”. Lo ha dichiarato in una nota la sezione CAI di “Coppo dell’Orso-Vallelonga” che “ritiene non più tollerabile vanificare circa un secolo di lavoro e di lotte per la tutela di questa fondamentale specie di plantigrado – che costituisce il simbolo stesso dell’area protetta e dell’intero Abruzzo – con contemporanee disattenzioni, inefficienze e mancate risposte operative a criticità anche di non difficile soluzione. Il CAI – continua la nota – chiede che si attivino immediatamente i tavoli di concertazione con enti competenti, associazioni che hanno come scopi statutari la difesa dell’ambiente e mondo scientifico per decidere linee di azione e d’intervento per l’effettiva tutela dell’orso bruno marsicano. Non è accettabile – sottolinea – che cinque orsi (quasi il 10% del patrimonio di orsi del PNALM) muoiano in una vasca di raccolta dell’acqua perché questa non è stata messa in sicurezza con le soluzioni più idonee e opportune, in una zona di immediata contiguità con il Parco. Potevano essere decine le soluzioni per risolvere il problema: dalla più semplice come quella di dotare la vasca di una scala in ferro ancorata al cemento per consentire agli animali la risalita, a quella più drastica del riempimento con pietre, passando per una recinzione elettrificata. Nessuna di queste soluzioni è stata adottata e le conseguenze sono state drammatiche per gli orsi del Parco. Tutti (Parco, regione, comuni, Ministero dell’ambiente, forze di polizia, magistratura) – aggiunge la nota – devono sentirsi responsabilmente chiamati ad agire per eliminare quelle situazioni di pericolo per la sopravvivenza dell’orso: cisterne, bracconaggio, epidemie, bocconi avvelenati, ecc. I responsabili dell’ultimo scempio devono essere individuati e perseguiti nei termini di legge, mentre la sezione del CAI “Coppo dell’Orso-Vallelonga” – che tra i suoi scopi statutari ha quello della difesa dell’ambiente montano -, valuterà l’ipotesi di costituirsi parte civile, in un eventuale procedimento giudiziario. Nel frattempo, il Direttivo della sezione ha deliberato di dare mandato ad un legale che segua gli aspetti giudiziari dell’inchiesta in corso. Non è più accettabile che a parole si continui a blaterare sulla protezione dell’orso bruno marsicano e nei fatti poi si vanifichino anni di sforzi, di studio, di ricerche e d’investimenti per la sua sopravvivenza” ha concluso il Presidente Angelo Michele Morisi.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com